Recensione “Bugiarda” Justine Larbalestier

IMG_20140415_192346 Thriller psicologico YA di alto livello, pluripremiato e selezionato, con un’idea urban fantasy sullo sfondo, Bugiarda rapisce sin dalla prima pagina. Lo apri, ti aspetti di leggere una premessa o direttamente un capitolo della storia, e ti trovi davanti una promessa, nel senso che c’è proprio un titolo che recita “PROMESSA”…

Vi racconterò la mia storia, e ve la racconterò con franchezza. Niente bugie, niente omissioni. Questa è la mia promessa. Questa volta è la verità.

Micah, una ragazza di colore di 17 anni, è una bugiarda patologica. Passi l’intera lettura a chiederti se quello che sta dicendo è una verità o una bugia, e la cosa si complica ancor di più quando si ha notizia della morte di un ragazzo. L’unico ragazzo che Micah abbia mai baciato: Zach. E’ stato un omicidio? Micah cerca di spiegare perchè non è stata lei, e a volte risulta difficile crederle… soprattutto perchè lei stessa fornisce indizi che la rendono colpevole. Ma Micah ha ucciso qualcuno? Oppure vuole solo farcelo credere? O cerca di incolpare qualcun altro? Fino all’ultima pagina è quello che il lettore cerca di capire: questo lo rende un fantastico thriller psicologico. Voto: 10 !!!

Annunci

Un pensiero su “Recensione “Bugiarda” Justine Larbalestier

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...