Noi due ai confini del mondo – Morgan Matson // Recensione

Amy Curry pensa che la sua vita sia uno schifo. Suo padre è recentemente scomparso in un incidente d’auto e sua madre ha deciso di trasferirsi noi-due-ai-confini-del-mondodalla California al Connecticut, proprio durante il suo ultimo anno di scuola, Il viaggio in macchina per raggiungere la cosa opposta degli Stati Uniti è lunghissimo, e con lei ci sarà Roger, figlio di un’amica della madre, che Amy non vede da quando erano bambini. Perciò quando se lo trova di fronte, Amy ha uno strano sussulto, che però è brava a nascondere. La verità è che non è esattamente entusiasta all’idea di attraversare il Paese con qualcuno che non conosce, ma la strada è infinita e bisogna darsi il cambio alla guida.
Il tragitto scrupolosamente programmato da sua madre viene però completamente stravolto, via via che l’iniziale diffidenza tra i due diventa simpatia, e il viaggio si trasforma, ora dopo ora, in qualcosa di diverso, molto speciale e più profondo…


WOW. WOW. WOW. MEEEERAVIGLIOOOOOSO!!!

Una new entry nella mia lista dei libri preferiti, veramente fantastico!
Amy e Roger attraversano l’America, e fino a qui tutto bene, è un romanzo On-the-road. La cosa spettacolare è che entrambi hanno una storia alle spalle e parecchi problemi a raccontarla, soprattutto Amy. Sarà quindi un viaggio non solo alla scoperta di luoghi e posti, ma alla scoperta di loro stessi, e finirà in un modo che quasi ti lascia senza parole e ti fa chiedere “perché?”, “perché questo libro è dovuto finire?”.
La cosa fantastica di questo libro è che all’interno ci sono degli inserti con foto dei posti visitati, scontrini delle tavole calde e dei fast food, descrizioni ed impressioni degli Stati in cui passano ma soprattutto… PLAYLIST!!!
Sia Roger che Amy creano delle Playlist per il viaggio e sono tutte scritte nel libro, leggerlo con quella musica nelle orecchie è un piacere indescrivibile.
Se lo comprate e avete voglia di iniziare questa avventura e avete Spotify scaricato sul vostro Smarphone, scrivete nella barra di ricerca “Amy and Roger’s epic detour” e la Playlist apparirà per voi.
Anche se non volete leggere il libro vi consiglio di sentirla, magari trovate qualche brano che vi piace, mi sono stupita quando li ho trovati io 🙂

Detto questo è veramente un’esperienza che vi consiglio di fare, leggere questo libro. L’autrice alla fine scrive un piccolo capitolo dove racconta perché e come le è venuta l’idea: anche lei ha affrontato il viaggio dalla California al Connecticut, ha documentato tutto con foto e le ha piazzate nelle pagine di ‘Noi due ai confini del mondo’.

AD ASTRA PER ASPERA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...