Burrasca. Delitto al liceo Chiabrera – Maria Teresa Valle // Il libro e l’intervista

Burrasca_def_001

Che cosa può avere in comune la morte di una studentessa del liceo classico di Savona con quella della quarta prostituta assassinata a Genova?
Il commissario Marongiu, alle soglie della pensione, coadiuvato dal giovane ispettore Cantini si trova a dover districare la matassa, tra una ragazza che ha perso la memoria, professori con vizi segreti, crisi familiari e sentimentali.
Riesce a ricostruire il filo che lega queste due uccisioni Maria Viani, studentessa alle prese con l’esame di maturità imminente, e investigatrice alle prime armi, in balia di una primavera ventosa e segnata da frequenti burrasche che fanno da sfondo agli avvenimenti più drammatici. Siamo alla fine degli anni Sessanta, un attimo prima che scoppi la contestazione studentesca e l’autunno caldo degli scioperi operai, nella quiete solo apparente di una provincia addormentata.

Acquistalo qui.


L’AUTRICE:

Maria Teresa Valle nata a Varazze, risiede attualmente a Genova. Sposata, ha404687_4687604278234_819388163_n due figli e due splendidi nipoti. Laureata in Scienze Biologiche ha lavorato per molti anni in qualità di Dirigente Biologa all’Ospedale San Martino di Genova. Per i tipi dei Fratelli Frilli Editori ha pubblicato: La morte torna a settembre, Le tracce del lupo, Le trame della seta. Delitti al tempo di Andrea Doria, L’eredità di zia Evelina. Delitti nelle Langhe, Il conto da pagare, La guaritrice. Su soggetto del gruppo Neverdream (Rock Progressive) ha scritto The circle la storia noir del loro ultimo concept album. Ha pubblicato inoltre svariati racconti in molte antologie, tra cui Apro gli occhi, premiato al 36° Premio Gran Giallo della Città di Cattolica.

Mi sono permessa di farle qualche domanda per farla conoscere meglio a voi che leggerete il suo libro, ringrazio ancora l’autrice Maria Teresa Valle per avermi concesso quest’intervista.

Com’è nata l’idea del libro?
La protagonista di tutti i miei noir è Maria Viani. Una donna non più giovanissima che in parte mi somiglia. Nel libro precedente l’ho fatta tornare indietro nel tempo, descrivendola scolaretta delle elementari alle prese con la morte sospetta di una vecchia “guaritrice”, sua vicina di casa. Mi sembrava naturale osservare la crescita di Maria e seguirla in una nuova avventura mentre sta per affrontare l’esame di maturità. La mia protagonista sfrutta spesso i miei ricordi e così ha fatto anche stavolta, anche se li rivive a modo suo

Com’è nata, invece, la sua passione per la scrittura?
Credo sia nata di pari passo con quella per la lettura, che ho coltivato sin dalla più tenera età, quando costringevo chiunque entrasse in casa mia a leggere i pochi libretti che possedevo e che, per altro, sapevo ormai a memoria. Ho potuto però dedicarmici solo raggiunta l’età del pensionamento, con i figli fuori casa, tanto tempo libero e il marito rassegnato a essere un po’ trascurato.

I personaggi che ha inserito nel libro in questione, sono nati da pura fantasia o sono ispirati, almeno in parte, alla realtà?
I miei personaggi di questo libro come in tutti gli altri, sono a volte ispirati a persone reali, rielaborati come loro stessi mi suggeriscono e a volte sono del tutto inventati, arrivano da soli dentro le storie, evocati dal racconto. Io non faccio altro che ascoltarli e trascrivere quello che hanno da dirmi.

Una buona motivazione per addentrarsi nelle pagine de “Burrasca”?
Motivazioni ce ne sarebbero tante. Una per tutte: scoprire la ragione di quel titolo.

Serena Saponaro

MARTEDì 30 GIUGNO IL LIBRO SARA’ PRESENTATO ALLA LIBRERIA FELTRINELLI DI GENOVA ALLE ORE 18.

Annunci

3 pensieri su “Burrasca. Delitto al liceo Chiabrera – Maria Teresa Valle // Il libro e l’intervista

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...