Luis Sepúlveda – Il vecchio che leggeva romanzi d’amore // Citazioni

  • Antonio José Bolìvar Proano leggeva romanzi d’amore, e a ogni suo viaggio il dentista lo riforniva di nuove letture.
  • <<Sono tristi?> chiedeva il vecchio.image_book
    <<Da piangere a fiumi >> assicurava il dentista.
    <<Con gente che si ama davvero?>>
    <<Come nessuno ha mai amato.>>
    <<Soffrono molto?>>
    <<Io non riuscivo a sopportarlo>>.
  • Quando un passaggio gli piaceva particolarmente lo ripeteva molte volte, tutte quelle che considerava necessarie per scoprire quanto poteva essere bello anche il linguaggio umano.
  • Così ogni tanto doveva andarsene, perché – gli spiegavano – era un bene che non fosse uno di loro. Desideravano vederlo, averlo accanto, ma volevano anche sentire la sua mancanza, la tristezza di non potergli parlare, e il salto di gioia che il cuore faceva loro in petto quando lo vedevano ricomparire.
  • Era amore puro, senza altro fine che l’amore stesso. Senza possesso e senza gelosia.
    <<Nessuno riesce a legare un tuono, e nessuno riesce ad appropriarsi dei cieli dell’altro nel momento dell’abbandono>>.
    Così gli spiegò il suo compagno Nushino.
  • Sapeva leggere.
    Fu la scoperta più importante di tutta la sua vita. Sapeva leggere. Possedeva l’antidoto contro il terribile veleno della vecchiaia. Sapeva leggere.
Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...