Un libro sulla spiaggia: Le due metà del mondo // Recensione

image

Maria ha diciannove anni, vive a Torino e ha appena finito gli esami di maturità ( Cosa che mi ha parecchio coinvolta, considerando che mi sono diplomata questo mese ). Vorrebbe fare la psicologa ( rieccomi ) ma è destinata invece, alla fine dell’estate, a entrare in fabbrica, come suo padre. Maria si è costruita un mondo tutto suo, curato in ogni minimo particolare, un mondo che le garantisce un’apparente sicurezza, che di fatto non possiede. Una parte della sua vita è come chiusa in una scatola e ciò che le serve veramente è una chiave che le permetta di aprire quella scatola e di far uscire ciò che la sua mente e il suo cuore rifiutano di accettare. Arriva un momento, infatti, in cui, costretta a lasciare l’ambiente protetto in cui è cresciuta, comincia a sentirsi attratta da un’esistenza fatta di cose normali, concrete, che le offre la possibilità di sciogliere le catene alle quali ormai è abituata da troppo tempo. Ma come lasciarsi andare a una nuova vita e smettere di combattere? L’ombra di un fratello ingombrante e di un padre assente continuano a trattenerla in una prigione in apparenza dorata, fino a quando, inaspettatamente, Maria dovrà fare i conti con sentimenti nuovi che cambieranno la sua vita per sempre.

Questo mondo, in cui si rifugia Maria, è impossibile capirlo se non si legge il libro fino alla fine. Io stessa ho iniziato la lettura e l’ho portata avanti con la convinzione che fosse un mondo reale, che tutto stesse davvero accadendo e invece alla fine ho potuto distinguere che le cose che mi sembravano più reali, in realtà, erano tutto frutto della mente di Maria. Maria è stata traumatizzata da qualcosa e non le piace la sua vita così com’è, per questo il suo cervello scappa, costruisce ed inventa. Tutti dicono che sia pazza e tu, leggendo, ti chiedi perché… alla fine capisci.

Si nota come l’autrice si sia immedesimata nella storia: ha vissuto mentre vivevano i personaggi ed è riuscita a cogliere tutti gli aspetti importanti della storia che ti permettono di amarla in tutto e per tutto.

Io ringrazio harlequin mondadori per avermi spedito questo bellissimo libro, con tanto di autografo dell’autrice Marta Morotti. Per me è stato un piacere recensire questa bellissima storia.
La consiglio.
Voto: 8.5

image

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...