La ragazza che sapeva troppo // Recensione

image

Melanie, dieci anni e un quoziente intellettivo altissimo, ogni mattina aspetta paziente nella stanza dove vive chiusa a chiave che la vengano a prendere per portarla a fare lezione. Ma non è una gita di piacere, gli incaricati la legano a una sedia a rotelle mentre il sergente Parks la tiene di mira con una pistola carica. In classe ci sono altri ragazzini, legati come lei a una sedia e incapaci di liberarsi in attesa di essere sottoposti ai test medici della dottoressa Caroline Caldwell, che sta disperatamente cercando una cura all’epidemia. Fuori da lì il pianeta, infatti, a causa di un virus sconosciuto, ha visto la trasformazione della maggior parte delle persone in esseri senza coscienza che si nutrono di carne umana. Melanie è la prossima detenuta destinata alla dissezione, nonostante la sua insegnante si sia opposta con tutte le forze a questa pratica atroce, nella speranza di salvarla. E proprio quando tutto sembra davvero perduto, Melanie riuscirà a fuggire. La ragazzina diventerà il nuovo leader della rivolta? E il genere umano sopravviverà?

L’idea di fondo è veramente meravigliosa ( seguendo quelli che sono i miei gusti ): il genere umano è in estinzione e bisogna trovare il modo di salvarlo, anche con crudeltà.
Appena ho letto questa trama il mio cervello mi ha proiettata alla serie TV ‘The last ship’, credendo che fosse una mezza cosa simile e infatti… così è stato. Vediamo dei rifugiati che cercano di trovare una ‘cura’ alla ‘malattia’.
Io ho adorato quella serie tv quindi inutile che vi dica quante speranze riponevo in questo libro!
L’ho vinto sul blog letterario di una ragazza e lei ne faceva una recensione molto positiva. La cosa mi ha molto stupita perché a me non è piaciuto proprio per niente.
È strano che un Newton Compton mi deluda, non era mai successo prima ma c’è una prima volta per tutto, forse.
Fatto sta che la scrittura di questo libro è veramente pesante ( e mi sono confrontata in proposito anche con un’altra lettrice ) e non si riesce a far andare avanti la storia, non si sono saputi creare i colpi di scena, il linguaggio è ripetitivo e in certi punti veramente pieno di descrizioni superflue!
Si vede che molte cose sono state scritte solo per riempire pagine, non per dare forma alla storia e quindi, ovviamente, la forma di cui parlo non esiste per niente.
Io ho notato che a qualcuno è piaciuto ed ad un certo punto, avendo notato che le persone che lo apprezzavano lo avevano letto in inglese, ho pensato che ci fosse un problema di traduzione… invece no: la traduzione pare sia letterale.
L’idea di farci sù un film ( come mi informa la copertina ) non penso sia male, forse riescono a cambiare la trama e a renderla più avvincente, forse non leggendo tutte quelle descrizioni e lasciando solo spazio alle scene di ‘azione’ vere e proprie si può creare qualcosa di bello… il compito ai registi!
E allora? Che si fa? Io non posso davvero consigliarvelo! Se volete leggere una recensione positiva, non la troverete da queste parti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...