Cose che avrei preferito non dire – Cecelia Ahern // Recensione

image_book

Trama:

La vita di Lucy Silchester è perfetta: amore, carriera, soldi. Ok, fermi tutti, forse le cose non stanno esattamente così… Perché Lucy, quasi trent’anni e una istintiva avversione nei confronti della verità, ha fatto delle piccole, grandi bugie che ogni giorno inventa per se stessa e per gli altri uno scudo per proteggersi dalla realtà. Una realtà che, al momento, consiste in un lavoro più adatto a uno zombie che a un essere umano; un monolocale con la moquette così sporca da consentire di scriverci sopra senza rimorsi; un gatto ermafrodita e incontinente e un ex fidanzato perfetto che, piantandola, l’ha condannata al rimpianto e all’autocommiserazione. Fino al giorno in cui trova uno strano biglietto ad attenderla sulla soglia di casa. È l’invito a presentarsi a un colloquio esplorativo con un fantomatico quanto insistente personaggio che si fa chiamare Vita. Ad attenderla, in uno squallido ufficio che puzza di umido e di deodorante da quattro soldi, Lucy trova un uomo di mezza età malvestito e dall’aria stravolta. Che dimostra di conoscerla meglio di chiunque altro e si offre di aiutarla a essere finalmente se stessa. Chi è veramente quel tipo? Che cosa nasconde dietro i modi bruschi e l’irritante talento nel mettere a nudo ogni dubbio, debolezza, terrore che abbiano mai attraversato la mente di Lucy? Ma soprattutto, riuscirà Lucy, con o senza il suo aiuto, a ritrovare il coraggio di amare di nuovo?

Titolo: Cose che avrei preferito non dire
Autore: Cecelia Ahern
Pagine: 375
Editore: Rizzoli
Prezzo di copertina: 18,00€
( Esiste, di questo libro, un’edizione della casa editrice BUR a 10,50€)


Ragazzi, io amo questa donna. Già con Scrivimi Ancora volevo assolutamente iniziare una relazione con lei… ma adesso?
Ero in un periodo blocco del lettore e grazie a lei mi sono ripresa. Con questo romanzo Cecelia ha creato una protagonista, Lucy, del tutto uguale a me: è sarcastica, sdrammatizza sempre, è super pigra e troppo impulsiva. Il romanzo fa ridere in ogni sua pagina, le vicende che si susseguono sono surreali ma allo stesso tempo vere: quasi tutti ci dimentichiamo della nostra vita!
Siamo troppo presi dalle cose materiali, dal mondo, dagli impegni, dalle altre persone, e ci dimentichiamo di dedicarci un po’ a noi stessi. Quando Lucy incontra la sua vita, in persona, comincia a ricordarsi davvero di lei, a capire dove ha sbagliato, a rimediare. Combinerà ancora tanti guai ma almeno ci starà provando, ed è già un passo avanti!
E’ stata lasciata dal fidanzato ma non ha avuto il coraggio di dirlo a nessuno, ha perso la casa, il lavoro, ha un padre che non la incoraggia per niente e tutto questo l’ha demoralizzata. Ma il segreto del successo sta nel saper riprendere in mano la propria vita, nel conoscere altri uomini e cercare di avere rapporti civili con gli altri ma soprattutto con se stessa.
Lucy riuscirà in quest’ardua impresa?

Advertisements

2 pensieri su “Cose che avrei preferito non dire – Cecelia Ahern // Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...