Recensione: Invisibile – Andrea Cremer, David Levithan

invisibile_7344_x600 (1)

Una magica storia d’amore

Dagli autori bestseller del «New York Times»

Stephen è abituato a non essere notato. È nato così. Invisibile. A causa di una maledizione. Elizabeth ha desiderato spesso di essere invisibile. Se la gente non ti vede, nessuno può ferirti. Quando i due si incontrano però, qualcosa cambia per sempre nelle loro vite. Stephen si accorge con stupore che Elizabeth riesce a vederlo, e la ragazza si rende conto che desidera essere vista da Stephen, che non ha paura di mostrarsi a lui. Cosa sta succedendo? Da dove ha origine la maledizione che pesa sulla famiglia di Stephen? All’improvviso i ragazzi si ritrovano catapultati in un mondo segreto popolato da maghi e stregoni, di fronte a una scelta difficile, che mette in gioco il loro amore e le loro vite.


Con questo libro ho attraversato quattro fasi:

Fase uno:
“Ma è una storia sugli amici immaginari? Ne ho già lette mille, se è sugli amici immaginari sclero”.
Fase due:
“Okay, non è un libro sugli amici immaginari ma lui è comunque invisibile al mondo. Ho davanti a me un fantasy.”
Fase tre:
“Parlano di Harry Potter e adesso si scopre che in questo libro centrano i maghi?!”
Fase quattro:
“Ma ‘sta povera ragazza che nella vita sua già c’aveva problemi… proprio davanti alla casa del tizio invisibile che può vedere solo lei si doveva trasferire? Ti do una pacca sulla spalla, Elizabeth.”

Adesso, mettendo da parte le mie fasi che sono una chiara conseguenza del leggere libri senza vedere prima le trame, vi posso parlare del libro un po’ più nel dettaglio (sempre stando attenta a non spoilerare nulla).

Stephen è invisibile, è nato così, non l’ha mai visto nessuno. La madre ha “assunto” un’ostetrica che fosse psicologicamente preparata al fatto che dalla sua pancia sarebbe uscito un bambino non visibile. Il fatto che sia invisibile non lo rende non tangibile, infatti può essere toccato. Se ti avvicini senti che c’è una faccia umana.
Quando si veste i vestiti scompaiono.
Quando mangia il cibo scompare dentro di lui.
Perché Stephen è così? Dalla prima pagina ci è chiaro che si tratta di una maledizione.
Non ci viene però detto di che maledizione si tratta, chi l’ha lanciata, perché è stata lanciata e tutto il resto.
Elizabeth si trasferisce, con sua madre e suo fratello, nel palazzo di Stephen, sullo stesso pianerottolo. Quando lo incontra Stephen sta aspettando, vicino alla sua porta, che Elizabeth entri in casa (lui non può andarsene in giro ad aprire e chiudere porte come se niente fosse, è invisibile! ), lei lo vede, mentre raccoglie delle buste, e gli chiede che cos’ha da fissarla.
Qui Stephen si rende conto che qualcuno finalmente lo vedeeeeee e ovviamente comincerà a chiedersi il perché.
Questa è la storia di una ricerca della verità, di scoperte di mondi di maghi e incantesimi e di una storia d’amore che va oltre tutti gli ostacoli.
Di Andrea Cremer ho già letto il primo libro della saga Nightshade, recensito qui, mentre di Levithan sto aspettando di trovare il tempo per leggere Ogni giorno. Per chi conoscesse questi autori, la loro scrittura è molto carina, leggera ma profonda.
Questo non significa che non abbia trovato una piccola pecca nel libro.
La prima parte scorre, in due o tre minuti riuscivo a finire un capitolo; la seconda parte diventa leggermente più lenta, non so dire bene perché non mi abbia presa; l’ultima parte si riprende alla grande e ridiventa come la prima.
Questa netta differenza tra parti del libro mi ha destabilizzata: la trama era bellissima, la scrittura altrettanto… forse sono stati gli avvenimenti a non essere particolarmente interessanti verso metà libro?
Comunque non posso assolutamente dire che ve lo sconsiglio, anzi.
Per questo fantasy / young adult il mio voto è : 8-

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...