Recensione: Gli occhi neri di Susan – Julia Heaberlin

gli-occhi-neri-di-susan_7495_x1000

Titolo: Gli occhi neri di Susan
Autrice: Julia Heaberlin
Casa Editrice: Newton Compton Editori
Pagine: 336
Prezzo: 12,00€

Trama:

Tessa Cartwright, sedici anni, viene ritrovata in un campo del Texas, sepolta da un mucchio di ossa, priva di memoria. La ragazza è sopravvissuta per miracolo a uno spietato serial killer che ha ucciso tutte le altre sue giovani vittime per poi lasciarle in una fossa comune su cui crescono delle margherite gialle. Grazie alla testimonianza di Tessa, però, il presunto colpevole finisce nel braccio della morte. A quasi vent’anni di distanza da quella terrificante esperienza, Tessa è diventata un’artista e una mamma single. Una fredda mattina di febbraio nota nel suo giardino, proprio davanti alla finestra della camera da letto, una margherita gialla, che sembra piantata di recente. Sconvolta da ciò che evoca quel fiore, Tessa si chiede come sia possibile che il suo torturatore, ancora in carcere in attesa di essere giustiziato, possa averle lasciato un indizio così esplicito. E se avesse fatto condannare un innocente? L’unico modo per scoprirlo è scavare nei suoi dolorosi ricordi e arrivare finalmente a mettere a fuoco le uniche immagini, nascoste per tanti anni nelle pieghe della memoria, che potranno riportare a galla la verità…


Un thriller raccontato da più punti di vista: Tessie, la ragazza di sedici anni scomparsa e ritrovata in un mucchio di ossa; Tessa, ovvero Tessie da grande, con la figlia Charlie e le indagini ancora in corso e Lydia, il mistero.

Parto subito dicendovi che mi sono piaciute tantissimo le parti narrate da Tessie e da Lydia, ambientate nel 1995, perché sono profondamente macabre. Anche se non noterete subito la cosa, le due ragazze hanno un modo di pensare adolescenziale, cattivo e perverso.
I loro comportamenti potrebbero anche essere dettati dalla pazzia.
Le parti narrate da Tessa, invece, sono un po’ più tecniche e descrittive, a volte leggermente noiose. Si fanno leggere, però. Ad un certo punto della storia ti rendi conto che continui a leggere perché non vedi l’ora di sapere la verità.

Tessie è stata rapita ed abbandonata in un fosso con un mucchio di ossa ed un’altra ragazza morta. Le Susan dagli occhi neri sono dei fiori molto simili alle margherite – potete vederli sulla copertina del libro – e si collegano agli omicidi e al rapimento di Tessie. Vedrete 😉
Quando è stata ritrovata, Tessie aveva perso la vista. Un meccanismo del suo cervello le faceva vedere tutto nero perciò non poteva assolutamente descrivere il suo assassino, non avendolo visto.
In cura da uno psicoterapeuta si rifiuta di parlare davvero di ciò che pensa, non riesce ad aprirsi. Piuttosto provoca il suo dottore, parlando dei problemi che pensa che lo possano affliggere. Quando lui le chiede di disegnare qualcosa, Tessie incarica Lydia di farlo al posto suo.

Lydia è la migliore amica di Tessie da tantissimo tempo, farebbe qualsiasi cosa per lei. Eppure, nel presente – e quindi con Tessa – non la incontriamo. Lydia, in realtà, è scomparsa. Che sia diventata una Susan anche lei?

Tessa intanto continua a ricevere messaggi da quello che crede sia il vero assassino. Qualcuno è già stato condannato, è già vicino alla pena di morte, eppure sono tutti sicuri che non sia lui il vero colpevole. Tessa quindi cercherà di scoprire, con un gruppo di persone, il responsabile di tutto il male che ha ricevuto.

Lydia è diventata una Susan? O è ancora viva?
Chi è l’assassino, in realtà?
Vi assicuro che rimarrete sconvolti…

Voto: 8

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...