Recensione: Emancipated. L’altra faccia della libertà – M. G. Reyes

30409622

Trama

Il bad boy, la brava ragazza, la diva, lo sportivo, la rocker, la nerd: sei ragazzi bellissimi e legalmente liberi dal controllo dei genitori per varie ragioni, ma con una cosa in comune: un segreto da nascondere.

Segreto nr. 1: non tutti sono ciò che sembrano

Ora vivono insieme in una casa a Venice Beach, si comportano come se appartenessero a una grande famiglia e vivono le proprie bugie. Uno ha assistito a un delitto, un altro potrebbe essere un assassino… e un terzo è lì per spiarli.

Segreto nr. 2: la libertà non è gratis

Mentre si aggrappano a un sogno di libertà e abbassano la guardia, il passato di soppiatto si avvicina. E quando uno di loro viene arrestato, la facciata accuratamente costruita degli altri si sgretola.

Segreto nr. 3: la verità prima o poi salta fuori.

Fino a che punto saranno disposti ad arrivare per nascondere il passato? E chi tradiranno per proteggere il proprio futuro?


Recensione

Emancipated, dalla trama, si proponeva come un libro in cui avremmo trovato e conosciuto degli adolescenti scatenati che erano stati capaci di ottenere l’emancipazione. Quando sei adolescente la prospettiva dell’emancipazione ti appare come un sogno, come la meta che vorresti raggiungere, come un’utopia. Insomma, mi aspettavo che fosse così anche per i personaggi del libro.
Non è così.
John-Michael, Grace, Candace, Lucy, Paolo e Maya sono sei vecchietti racchiusi nel corpo di ragazzini.
A parte questo, che poi ognuno ha la propria personalità e non possiamo incolparli di nulla, concentriamoci sulla trama.
Pensavo che sarebbe stato molto più interessante, invece ogni pagina ero lì che pensavo “Che palle”.
Tutto è avvolto nel mistero e niente viene svelato. All’inizio questa strategia funziona, perché devi per forza continuare a leggere, ma dopo un po’ vorresti prendere il libro, chiuderlo e non vederlo mai più in vita tua.
Da blogger vi dico che i libri preferisco finirli sempre, per riuscire a dare un’opinione sincera considerando anche un finale. Il problema è che il finale di questo libro non è un finale, perché verso fine 2016 uscirà anche il seguito di questa storia… perciò, sostanzialmente, non abbiamo poi capito molto.
Immaginiamo… ma non abbiamo nessuna certezza.
Sapete qual è il problema più grande? Che la certezza, io, non la voglio avere. Non sono minimamente curiosa di capire, solo solo contenta di aver finalmente finito questa “tortura”.
Sul serio, do un voto sei perché magari è un’opinione soggettiva e ci può essere qualcuno a cui piacerà, ma mi sta costando tanto. Per me proprio non vale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...