Recensione: Sono solo mia – Gigliola Alvisi

Buongiorno readers,
venerdì sono ufficialmente iniziate le mie “ferie”, cioè mi sono trasferita alla casa al mare. Qui non ho internet e, soprattutto, non ricevo pacchi dalle case editrici. Potrà essere che qualche giorno tornerò in patria per andare a recuperare qualche pacco arrivato a sorpresa, ma per il resto ho in programma di dedicare la mia estate a recensioni di libri che ho comprato da tanto o ai nuovi acquisti, con l’obiettivo di liberare un po’ la mia TBR.
Non avendo internet dovrò pubblicare i miei articoli tramite cellulare perciò vi chiedo umilmente di perdonarmi se qualche volta non sarà tutto impaginato per bene. L’app di WordPress non è perfetta ed il sito internet a volte sembra odiarmi.
Perciò come avete potuto capire, anche se sono in vacanza non vi liberete di me, perché io non abbandono la lettura neanche morta. Mi sono portata dietro uno scatolone pieno di storie accompagnato dall’immane felicità di mio padre che mi ha guardata come se fossi una pazza senza speranze di recupero.

Bando alle ciance comincio da subito a mettere in pratica il mio buon proposito con un libro che ho acquistato qualche mese fa: “Sono solo mia” di Gigliola Alvisi, edito da Edizioni EL.

trasferimentoTrama

Sorella impeccabile, Mamma ambientalista, Papà intransigente. E poi Mia, sedici anni e mezzo, adolescente scomoda, un po’ artista un po’ aliena, fuori dal gruppo per vocazione. È l’identikit della famiglia Menin, ovvero quattro universi a sé riuniti quasi per caso sotto lo stesso tetto. Finché una grave malattia della madre non fa saltare per sempre gli equilibri. Allora le maschere cadono una dopo l’altra come le tessere di un domino: Mamma non è la supermamma col sorriso sempre stampato; Papà non è il custode dell’ordine e della morale; Stella non è la liceale tutta cervello e niente sentimenti. E Mia non è l’isola che pensava di essere. Anzi, per affrontare la situazione, deve scoprire quanto sono importanti gli altri. Tutti gli altri. I suoi compagni di scuola, emo o alternativi, con cui pensava di non avere proprio niente in comune. I professori, che le sono sempre sembrati degli inetti. E Andrea, che scappa alle definizioni e fa breccia nel muro che Mia si è costruita intorno.


Recensione

Mia è una ragazza stupenda e con una grande pazienza. La sua famiglia è composta in tutto da quattro persone, lei, un padre traditore, una sorella egocentrica e una madre, l’unica che le sta davvero vicino.
Quando quest’ultima si ammala, il mondo crolla addosso a Mia, che non vuole farsi vedere debole da nessuno, ma non riesce a controllare la tristezza.
Mi sono interessata tantissimo a cercare di capire le motivazioni dei comportamenti di ogni membro della famiglia.
Per il padre e la sorella di Stella, purtroppo non ne ho trovate. Certo questa ragazza sicuramente ha l’unica colpa di essere la “preferita” del papà, di essere quella sulla quale sono concentrate tutte le aspettative… ma essere meno stronzi non ha mai fatto male a nessuno.
Mia e sua madre, invece, sono quelle definite “stupide”. Ogni cosa che loro dicono, non ha l’importanza delle cose che dicono Stella e suo padre. Assurdo, ma è così.
Queste due poverette sono continuamente ridicolizzate, viene data loro poca importanza e sono costrette a stare in silenzio, sono per non alimentare delle discussioni.
Il momento del libro che ho preferito è quello in cui comincia, piano e poi di colpo, la rivoluzione; il momento in cui la mamma di Mia scopre le carte, accusa i colpi e reagisce; il momento in cui la protagonista del libro comincia a parlare e a mandare tutti a quel paese.
Il silenzio non porta a nulla, solo reagendo si potrà ottenere qualcosa.

Una storia davvero bella, breve ma intensa. Sono duecento pagine circa, perciò è perfetto se non volete addentrarvi nei meandri di un mattone.

Voto: 8 e mezzo

Annunci

Un pensiero su “Recensione: Sono solo mia – Gigliola Alvisi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...