Recensione: Doll Bones. La bambola di ossa – Holly Black

cover

Trama

A dodici anni, Zach passa i pomeriggi a inventare storie con le sue due migliori amiche, Poppy e Alice: i tre hanno affidato il dominio del loro regno immaginario all’enigmatica Regina, una bambola di porcellana così perfetta da sembrare viva. Un brutto giorno il padre affronta Zach intimandogli di crescere e di cominciare a interessarsi a cose “da grandi”. Il mondo di Zach sembra andare in frantumi, finché una notte la Regina compare in sogno a Poppy, rivelandole di essere stata una bambina in carne e ossa di nome Eleanor, le cui ceneri si trovano ora all’interno della bambola; Eleanor non avrà pace finché non sarà seppellita nella sua tomba, in una lontana cittadina dall’altra parte degli Stati Uniti. I tre ragazzi partono nel cuore della notte, dormendo sotto le stelle, accampandosi nei cimiteri, incontrando bizzarri personaggi che parlano alla bambola scambiandola per una bambina vera, in un viaggio che cambierà per sempre le loro esistenze. Non somigliava affatto a un sogno. Era seduta sul bordo del mio letto. Aveva i capelli biondi, come quelli della bambola, ma arruffati e sporchi. Mi ha detto di seppellirla. Mi ha detto che non avrebbe trovato riposo fino a che le sue ossa non fossero state nella tomba e che, se non l’avessi aiutata, me ne avrebbe fatto pentire.

Recensione

“Doll bones. La bambola di ossa” è una favola che dovrebbe essere destinata ad un pubblico giovane.
A me, solitamente, piacciono molto i libri per ragazzi… purtroppo però non questo.
L’ho trovato lento, poco avvincente, con personaggi che sì, sono bambini, ma non hanno quella magia che di solito è descritta nei libri per ragazzi.

La storia parla di una bambola fatta di ossa umane che va a trovare i ragazzi in sogno e che li costringe a fare una gita per essere, finalmente, sepolta.
Tutto questo dovrebbe essere interessante, ma lo stile di scrittura abbatte completamente tutto ciò che ci potrebbe essere di bello nella storia.
L’avventura del viaggio non esiste, i personaggi a volte non fanno che litigare ed il tutto si riduce in una montagna, inevitabile, di noia.

Per me è stato un libro no, nonostante la bellissima trama che prometteva rose e fiori.

 

Annunci

2 pensieri su “Recensione: Doll Bones. La bambola di ossa – Holly Black

  1. che fregatura….nonostante non sia molto affascinato da questo genere, leggendo la trama sembrava un libro avvincente e nella dura selezione che impongo a me stesso su ciò che va letto mi ero quasi convinto….poi la tua recensione ha smontato tutto….peccato.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...