Recensione: Il sentiero del bosco incantato – Rosamund Hodge

32053339

Trama

All’età di quindici anni, Rachelle era la migliore allieva di sua zia: aveva appreso le arti magiche e proteggeva il villaggio dalla magia nera. Ma la sua natura impavida la portò ad abbandonare il sentiero sicuro e a inoltrarsi nel bosco, per poter liberare una volta per tutte il suo mondo dalla minaccia dell’oscurità eterna. L’incontro proibito non diede i risultati sperati, e Rachelle fu costretta a fare una scelta terribile che la legò a quello stesso Male che aveva sperato di sconfiggere. Tre anni più tardi, Rachelle ha messo la sua stessa vita al servizio del Regno, combattendo creature mortali nel vano tentativo di espiare la propria colpa. Quando il re le ordina di proteggere il figlio Armand, l’uomo che lei odia con tutta l’anima, Rachelle riesce a farsi aiutare proprio da lui a trovare la spada leggendaria che potrebbe salvarli. Insieme, i due compiranno un viaggio pericoloso attraverso l’opulenza e le insidie delle élite di corte, dove non possono fidarsi di nessuno. Inaspettatamente alleati, Rachelle e Armand scopriranno l’esistenza di pericolosi, giganteschi complotti e magia occulta… e un amore che potrebbe essere la loro rovina. All’interno di un palazzo maestoso costruito su ricchezze incredibili e segreti pericolosi, riuscirà Rachelle a fermare l’arrivo di una notte senza fine?

Recensione

A dispetto dei vari pareri che ho sentito in giro, a me questo libro è piaciuto.
Qualcuno lo “giudica” come un po’ troppo confusionario, e non posso che essere d’accordo, ma nel mio caso la confusione è stata una cosa positiva.
Il non riuscire a capire, il non sapere, la voglia di scoprire i segreti più oscuri del libro: sono questi i motivi che mi hanno spinta più di tutto a continuare a leggere.
I personaggi mi sono piaciuti moltissimo – principali e secondari – e idem le ambientazioni.
Anche queste ultime, a volte, sono confuse, ma credo di aver capito l’intento dell’autrice.
Non si è voluta dilungare in mille spiegazioni per farci capire in che mondo ed in che epoca ci troviamo, quali sono gli usi e i costumi e altro… ma semplicemente voleva raccontarci la storia come se ne avessimo sempre fatto parte.
Non ci trovo nulla di male, anzi è una cosa che apprezzo.
“Il sentiero del bosco incantato” secondo me non è mai noioso e ripetitivo, anzi assolutamente pieno di colpi di scena e azione.
Mi è piaciuto!

Voto: 9

Advertisements

Un pensiero su “Recensione: Il sentiero del bosco incantato – Rosamund Hodge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...