Recensione: Il seggio vacante – J.K. Rowling

16147872-1

Trama

A chi la visitasse per la prima volta, Pagford apparirebbe come un’idilliaca cittadina inglese. Un gioiello incastonato tra verdi colline, con un’antica abbazia, una piazza lastricata di ciottoli, case eleganti e prati ordinatamente falciati. Ma sotto lo smalto perfetto di questo villaggio di provincia si nascondono ipocrisia, rancori e tradimenti. Tutti a Pagford, dietro le tende ben tirate delle loro case, sembrano aver intrapreso una guerra personale e universale: figli contro genitori, mogli contro mariti, benestanti contro emarginati. La morte di Barry Fairbrother, il consigliere più amato e odiato della città, porta alla luce il vero cuore di Pagford e dei suoi abitanti: la lotta per il suo posto all’interno dell’amministrazione locale è un terremoto che sbriciola le fondamenta, che rimescola divisioni e alleanze. Eppure, dalla crisi totale, dalla distruzione di certezze e valori, ecco emergere una verità spiazzante, ironica, purificatrice: che la vita è imprevedibile e spietata, e affrontarla con coraggio è l’unico modo per non farsi travolgere, oltre che dalle sue tragedie, anche dal ridicolo.
J.K. Rowling firma un romanzo forte e disarmante sulla società contemporanea, una commedia aspra e commovente sulla nozione di impegno e responsabilità. In questo libro di conflitti generazionali e riscatti le trame si intrecciano in modo magistrale e i personaggi rimangono impressi come un marchio a fuoco. Farà arrabbiare, farà piangere, farà ridere, ma non si potrà distoglierne lo sguardo, perché Pagford, con tutte le sue contraddizioni e le sue bassezze, è una realtà così vicina, così conosciuta, da non lasciare nessuno indifferente.


Recensione

Non va paragonato ad Harry Potter, ma va letto come se ci trovassimo di fronte ad una scrittrice diversa.
Un romanzo molto interessante, con un intreccio di storie gestito a mio parere al meglio delle possibilità e dei personaggi che catturano.
In particolare ho AMATO la storia di Krystal, da quando l’ho conosciuta nelle prime pagine fino alla fine. Ho provato tanti sentimenti per questa ragazza, ma soprattutto una rassegnazione. Mi sono sentita impotente, comprensiva ma pur sempre con le mani legate.
Mi é piaciuta Kay, che ha cercato di aiutare la famiglia di Krystal. Mi sono piaciuti Tessa, Andrew, a volte persino Ciccio.
Ho odiato con tutta me stessa Shirley e purtroppo a volte anche Samantha.
Questa è la storia di Pagford: tutti si conoscono e le continue gare a “chi è la famiglia migliore” non possono mancare.
Se non vi spaventano i mattoni di 550 pagine, vi consiglio vivamente di non perdervi questa storia.
Per me la Rowling si conferma una scrittrice stupenda e ora posso dire, finalmente, che non mi baso più solo su una serie per ragazzi.

4 stelline☆

Annunci

2 pensieri su “Recensione: Il seggio vacante – J.K. Rowling

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...