Recensione: La bugia perfetta – Emily Elgar

Buongiorno readers,
oggi vi parlo di un libro in uscita domani 23 febbraio 2017 per TimeCrime. Si tratta di un thriller paragonato a “La ragazza del treno” quindi, se vi incuriosisce, continuate a leggere.

9788866883272

Trama

Quando Cassie Jensen arriva nel reparto di terapia intensiva al St Catherine’s Hospital, Alice Marlowe, l’infermiera che si occupa delle sue cure, ne rimane inspiegabilmente affascinata. Quella fragile donna è stata trovata gravemente ferita in un canale lungo la strada, investita da un’auto pirata, ma il suo cuore nasconde qualcosa di tormentato e oscuro. Nello stesso reparto, Frank Ashcroft ha appena riaperto gli occhi dopo due mesi di coma. Solo un riflesso nervoso, pensano i medici, ma Alice è convinta che il paziente percepisca e comprenda quanto gli accade intorno. È Frank l’unico testimone dei dialoghi tra Cassie e le persone che vanno a trovarla. È lui a ricostruire nella propria coscienza, ora di nuovo vigile, un quadro di rancori, ossessioni morbose, rapporti familiari deteriorati, e a mettere insieme gli elementi che potrebbero far luce su quanto è accaduto a Cassie quella notte, sul ciglio di quella strada. Ed è Frank l’unico custode di un pericoloso segreto. Ma Frank è paralizzato nel suo letto, del tutto incapace di comunicare…


Recensione

Eccomi qui: sono tornata per parlarvi di niente popo’ di meno che di un thriller.
Insomma, secondo me ormai qualcuno si è abituato alle mie recensioni dei thriller che a volte sono dei COMPLETI DISASTRI e altre volte delle RIVELAZIONI STUPEFACENTI. Detto ciò dovrei probabilmente catalogarvi “La bugia perfetta” di Emily Elgar, ma questa è una di quelle rare volte nelle quali mi trovo nel mezzo. Non sono orientata verso la schifezza, neanche verso la magnificenza.
Il libro intreccia la storia di Cassie (la vittima della situazione), di Frank (un uomo ridotto a “vegetale” in un letto d’ospedale, ma che in realtà capisce tutta la realtà che lo circonda) e di Alice (l’infermiera che si occuperà dei due pazienti nominati in precedenza).
Cassie è stata investita, o forse è caduta. La causa della sua permanenza in stato comatoso non è ancora chiara e, soprattutto, non è chiaro se sia coinvolto qualche malintenzionato. La donna riceve visite da suo marito e sua suocera, ma non sembra avere altri parenti. Eppure è proprio grazie a loro due che Frank riesce a conoscere dei macabri dettagli della vita di Cassie. Dopotutto nessuno sa che lui ascolta, forse solo Alice che crede ancora che tutto sia possibile.
Al di là della trama che non vorrei spoilerare più di quanto ho – senza nessuna intenzione – fatto fino ad ora, vorrei anche concentrarmi su altri dettagli. Vi assicuro che c’è molto di più dietro e che fino ad ora vi ho solo descritto ciò che si può leggere nella trama.
Parliamo della scrittura: per me è assolutamente coinvolgente, ma in alcuni casi si perde. Sembra quasi che l’autrice voglia un po’ allungare il brodo raccontandoci per molte pagine il passato dei nostri tre protagonisti. In alcuni casi questo passato è inevitabile e necessario, ci serve per capire tutto, ma alcune scene le ho trovate un po’ superflue.
A volte, non lo nascondo, mi annoiavo.
Per fortuna le parti in cui mi annoiavo erano decisamente inferiori di quelle in cui la mia voglia di divorare il libro era alle stelle. Se così non fosse stato non avrei finito il libro in due giorni, penso che su questo siamo tutti d’accordo.
Lo sviluppo della trama mi è piaciuto, si trattano argomenti di cui ho letto poche volte quindi non credo neanche che sia una lettura ripetitiva.
Diciamo che l’unico difetto l’ho trovato in quelle scene che non mi sono piaciute, in quelle in cui mi sono annoiata ogni tanto. Per quelle non posso dare una valutazione fantastica, ma non ne darò neanche una pessima.
Come dicevo all’inizio: rimango nel mezzo.
Lo consiglio se vi piacciono storie thriller che hanno un tocco di giallo, quelli in cui bisogna per forza risolvere il mistero altrimenti non si riesce a dormire la notte. Se invece i gialli vi annoiano, addio ragazzi… è stato bello.

3 stelline☆

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...