Recensione: Fino all’ultimo battito – Lidia Ottelli

Fino all'ultimo battito Lidia Ottelli

Trama

Una sperduta cittadina del Kansas. Adam Wilson, ex rock star, bello da mozzare il fiato e arrabbiato con se stesso e con il mondo, è tornato qui perché sa che questa è la sua ultima possibilità per redimersi da una vita fatta di eccessi. Allison, invece, arriva a Coffeyville da Denver, con un bagaglio carico di segreti, in cerca di tranquillità e salvezza. Viene subito accolta dalla comunità e trova lavoro proprio nel pub di Adam. Lui e Allison sono così simili che non possono non fare scintille sin dal primo momento: litigano, si urlano addosso, e si desiderano da morire…


Recensione

Purtroppo questo libro della Ottelli ha proprio tutte, e dico tutte, le cose che NON mi piacciono in un romanzo. Mi rendo conto che qualcuno invece apprezza, perciò ho per queste persone il massimo rispetto: non sto giudicando voi ed i vostri gusti, sto solo esprimendo la mia opinione soggettiva nei confronti di “Fino all’ultimo battito”.
Adam è il primo personaggio che conosciamo: un ex cantante che si drogava e che passa la sua intera vita a soddisfare i suoi bollenti spiriti ed a trattare malissimo le persone.
Le conversazioni sono più o meno queste:
“Buongiorno”, dice un tizio.
“Vaffanculo, testa di cazzo. Levati dai coglioni e una serie di altre imprecazioni immotivate”, risponde Adam.
Della serie buongiorno il cavolo…
Lasciando da parte il suo pessimo carattere – che davvero Adam ma dove vai? Ma vatti a ricoverare in un centro per la salute mentale, fai qualche corso di controllo della rabbia, regolati! – penso che abbiano più problemi di lui le persone che nonostante tutto lo desiderano. Esempio: Allison.
Allison è la classica ragazzetta che incontriamo nei libri del genere, però è peggio. Ha avuto un fidanzato violento che l’ha costretta a fare cose che non voleva e diciamo che è rimasta un attimino traumatizzata.
Una persona che ha già passato il peggio, di norma, se ha un po’ di buon senso si guarda allo specchio e dice “mo basta con gli stronzi”.
Però Allison incontra Adam… e può non innamorarsi di lui?
La manda costantemente a quel paese, la tratta uno schifo quando lavora per lui, la umilia in continuazione e le rivolge i peggiori insulti… però lei lo ama.
E be’, allora va bene.
Allora quando avrai le tue storie malate, i fidanzati molesti e tutta l’altra roba sarà solo colpa tua e noi lettori non vogliamo subirci la solfa delle tue lamentele.
Avrei accettato questi comportamenti se mi fossi messa a leggere un romanzo dark dove i personaggi, proprio per il genere di libro, soffrono ed in qualche modo sembrano quasi godere di questa sofferenza. In un romanzo rosa, però, non mi piace per niente.
E poi vogliamo parlare delle conversazioni fra Adam ed Allison? Battono tutti i record con certi apprezzamenti sessuali e io non posso E NON VOGLIO pensare che certe cose possano davvero essere dette nella vita reale.
Nelle vostre conversazioni coniugali abituali non seguite mai gli esempi di quello che dicono alcuni personaggi nei romanzi rosa vagamente erotici, perché la gente scappa che neanche Beep Beep con Wile E. Coyote.
Purtroppo più che della trama – perché ormai ci sta che sia già vista, i romanzi rosa sono tutti molto simili e in contrario a questa cosa non ho assolutamente nulla, altrimenti smetterei di leggerli – io sono rimasta delusa dai personaggi.
Uno manda a quel paese, l’altra si fa mandare a quel paese e il contorno non è importante.
Questa cosa proprio non mi è piaciuta.

Ripeto che tutte queste cose che ho scritto sono nel massimo rispetto di tutte quelle persone che apprezzano il genere. Sono convinta che l’autrice non scriverebbe libri del genere se non fosse certa di accontentare il suo pubblico.
Il mio è un mettere in guardia le persone che non amano certi elementi, quelle come me. Vi sto dicendo di stare attente.

1 STELLINA☆

Annunci

14 thoughts on “Recensione: Fino all’ultimo battito – Lidia Ottelli

  1. Io per ora ne ho letti davvero pochi di romanzi rosa, e mi ci sto avvicinando davvero con i piedi di piombo. Anche se non ho letto questo libro, e in quanto tale, non mi sembra giusto io debba giudicarlo, dalla tua recensione ho capito che questo libro non fa per me. 🙈

    Liked by 1 persona

  2. In genere mi piacciono i romanzi rosa, ma quelli ben fatti, con personaggi caratterizzati bene e una storia un po’ originale! Ormai questa è diventata la classica storiella d’amore! :/
    Sicuramente non lo leggerò, grazie per la recensione!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...