Recensione: Valerian e la città dei mille pianeti | Speciale con trailer del film

valerian e la città dei mille pianeti Christie Golden

Trama

Ventottesimo secolo. Valerian e Laureline sono agenti speciali del governo dei territori umani, incaricati di mantenere l’ordine nell’universo. Valerian, seduttore incallito, non perde mai occasione di provarci con la bellissima collega, che lo respinge sempre senza pietà. Mentre il gioco di seduzione tiene viva la loro intesa, arriva la missione più importante e più insidiosa di sempre. Destinazione: Alpha, la «Città dei mille pianeti»: la stazione spaziale più grande di tutto l’universo conosciuto, con i suoi trenta milioni di abitanti. Una metropoli in continua espansione dove, nel corso dei secoli, si sono raccolte tutte le specie viventi, condividendo conoscenze, abilità, culture, in nome della pace e del progresso. Ma ora una forza oscura minaccia quell’ar­monia. Un mistero nascosto proprio nel cuore di Alpha, che Valerian e Laureline dovran­no identificare e annientare. In una frenetica corsa contro il tempo per salvare non solo l’e­sistenza della Città dei mille pianeti, ma anche il futuro dell’intero universo.

Un’avventura travolgente che nasce dalla serie cult a fumetti scritta da Pierre Christin e illustrata da Jean-Claude Mézières, che ora per la prima volta viene adattata a romanzo e che sta per arrivare sul grande schermo grazie al genio visionario di Luc Besson. Nel cast: Dane DeHaan e Cara Delevingne nel ruolo dei protagonisti, ma anche Clive Owen, Rihanna, Ethan Hawke, Rutger Hauer.


Recensione

Dopo aver visto al cinema il trailer di “Valerian e la città dei mille pianeti” e dopo aver appreso la notizia dell’uscita del romanzo ufficiale del film, potevo non leggere questa storia?
Siamo in un mondo del futuro, conosciamo mondi e forme di vita differenti e, ogni tanto, ci inoltriamo nello spazio.
Valerian e Laureline sono i personaggi principali del romanzo che ci faranno compagnia, alternando alla loro missione una buona dose di difficoltà da affrontare e flirt occasionali.
Mi sono piaciuti tanto come protagonisti, perché sono coraggiosi e non hanno paura di confidare i propri sentimenti, siano essi di gioia, rabbia, dolore o amore.
Anche i personaggi secondari si sono fatti amare, soprattutto Bubble che rimarrà sempre nel mio cuoricino.
“È povero un amore che può essere misurato”, dice.
Mi è piaciuto molto anche lo stile di scrittura e non mi sono mai annoiata, perciò voglio assolutamente vedere il film e spero di riuscire a trovare due attori capaci di farmi emozionare.
In generale i romanzi ambientati in un futuro fantascientifico mi piacciono sempre molto e questo non mi ha delusa.
Consigliato!

4 STELLINE☆


TRAILER DEL FILM

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...