Recensione: Sette giorni di te – Cecilia Vinesse

sette giorni di te cecilia vinesse

Trama

Sophia ha sette giorni per impacchettare tutte le sue cose e tornare negli Stati Uniti. Sette giorni per dire addio a Tokyo e ai suoi migliori amici. Sette giorni per guardare anime, mangiare ramen e per fare l’alba cantando a squarciagola…Sette giorni perfetti. Finché Jamie Foster-Collins non torna in Giappone a rovinare tutto. I due sono stati migliori amici, una storia finita con un cuore spezzato. Pertanto, l’ultima cosa che lei vuole è che Jamie rubi la scena alla sua partenza con il suo arrivo.

Appena inizia il conto alla rovescia, però, i rapporti che Sofia pensava sarebbero sopravvissuti a tutto cominciano a esplodere. E Jamie è lì, ad aiutarla a raccogliere i pezzi. Sophia è costretta ad ammettere che, forse, potrebbe averlo giudicato male ma sette, brevi giorni a Tokyo, per quanto perfetti, possono concludersi con qualcosa diverso da un addio?​


Recensione

Sophia ha vissuto una vita fatta di traslochi tra l’America, la Francia e il Giappone. Ora che si è finalmente stabilita a Tokyo, si è fatta degli amici ed ha trovato un posto che riesce a chiamare casa, deve di nuovo andare via.
Un altro trasloco, degli altri addii, deve di nuovo ricominciare tutto da capo in un nuovo posto. Non è un problema, se ne è fatta una ragione, ma proprio una settimana prima della sua partenza torna in Giappone una sua vecchia conoscenza che le farà mettere in discussione tutto.
Mi è piaciuto tantissimo questo libro, mi è piaciuta tanto la scrittura ed i personaggi. Sophia è molto vera e lo sono anche i suoi amici. Ho adorato vivere con loro a Tokyo durante la lettura e conoscere questa città a me sconosciuta. Se siete appassionati del Giappone e delle loro usanze leggete questo libro!
La cosa che mi è piaciuta di più è stata sicuramente il finale per niente scontato. Mi ha fatto super piacere che l’autrice non si sia persa in banalità, perché in quel caso il libro avrebbe perso tanti punti.
Invece è stato perfetto, in ogni cosa.
E il personaggio di Jamie poi, come si può non amarlo? Lo conoscerete e mi farete sapere se non ho ragione.
Mi è piaciuto anche David in realtà, anche se poi si trova nella parte del ragazzo da odiare. Ho odiato di più Mika, una falsa migliore amica per Sophia come poche.
Ma tutti questi amici li conoscerete col tempo, perché ciò che ancora non sapete è che in questo romanzo si intrecciano le vite di tanti ragazzi, di tante culture e di tante storie familiari.
Non vi annoierete mai. Io ho amato tutto, ma ormai è cosa nota il mio amore per i contemporary quindi non si stupisce più nessuno.

5 STELLINE☆

2 risposte a "Recensione: Sette giorni di te – Cecilia Vinesse"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...