Recensione: Storia di una ladra di libri – Markus Zusak

Buongiorno readers,
è passato ormai tantissimo tempo da quando ho letto il meraviglioso libro “Storia di una ladra di libri” di Markus Zusak e ci credete che non vi avevo mai scritto una recensione?
Perché io, quando mi sono accorta di questa eresia, non potevo proprio credere di aver commesso un tale delitto!

Storia di una ladra di libri markus zusak

Trama

È il 1939 nella Germania nazista. Tutto il Paese è col fiato sospeso. La Morte non ha mai avuto tanto da fare, ed è solo l’inizio. Il giorno del funerale del suo fratellino, Liesel Meminger raccoglie un oggetto seminascosto nella neve, qualcosa di sconosciuto e confortante al tempo stesso, un libriccino abbandonato lì, forse, o dimenticato dai custodi del minuscolo cimitero. Liesel non ci pensa due volte, le pare un segno, la prova tangibile di un ricordo per il futuro: lo ruba e lo porta con sé. Così comincia la storia di una piccola ladra, la storia d’amore di Liesel con i libri e con le parole, che per lei diventano un talismano contro l’orrore che la circonda. Grazie al padre adottivo impara a leggere e ben presto si fa più esperta e temeraria: prima strappa i libri ai roghi nazisti perché «ai tedeschi piaceva bruciare cose. Negozi, sinagoghe, case e libri», poi li sottrae dalla biblioteca della moglie del sindaco, e interviene tutte le volte che ce n’è uno in pericolo. Lei li salva, come farebbe con qualsiasi creatura. Ma i tempi si fanno sempre più difficili. Quando la famiglia putativa di Liesel nasconde un ebreo in cantina, il mondo della ragazzina all’improvviso diventa più piccolo. E, al contempo, più vasto. Raccontato dalla Morte – curiosa, amabile, partecipe, chiacchierona – Storia di una ladra di libri è un romanzo sul potere delle parole e sulla capacità dei libri di nutrire lo spirito. Con una scrittura straordinaria per intensità e passione, Markus Zusak ci consegna uno dei romanzi più indimenticabili del nostro tempo.


Recensione

Come potete leggere dalla trama il libro è raccontato dalla morte.
Devo dire altro? Avete bisogno di altre parole per capire l’enormità di questa genialata?
Non credo.
La particolarità del libro è quindi proprio questa narratrice atipica, ma meravigliosa. La morte tutto sa, soprattutto quando arriverà l’ora di morire dei nostri amatissimi personaggi. Non vedrà l’ora di farci soffrire, ma a volte proverà pietà e deciderà che forse qualcuno di loro meritiamo di conoscerlo per qualche pagina in più del libro.
Liesel è la meravigliosa protagonista che non può proprio fare a meno di farsi amare: le sue avventure sono quelle di una lettrice, ma soprattutto di una ragazzina costretta a vivere lontana da tutta la sua famiglia per non finire in un campo di concentramento e morire.
Nonostante non sia nata come tedesca, deve far parte della gioventù hitleriana ed amalgamarsi a tutti i sostenitori di Hitler.
Ma i falò dei libri lei proprio non può appoggiarli, tra tutte le altre cose.
Liesel non è l’unica protagonista che entrerà nel nostro cuore, infatti non possiamo assolutamente dimenticarci dei suoi genitori adottivi all’inizio un po’ scontrosi ma poi assolutamente amorevoli, di Max che le chiede di descriverle il mondo fuori dalla cantina in cui è rinchiuso come solo lei sa fare, di Rudy che sogna di andare alle olimpiadi come Jesse Owens e si tinge la faccia di nero…
Rudy è davvero il personaggio al quale dovete fare più attenzione perché vi strapperà il cuore.

Mi meraviglia sempre la forza degli esseri umani, che riescono a rialzarsi, seppure barcollando persino quando fiumi di lacrime inondano i loro volti.

Nel film è stato apportato qualche cambiamento, come al solito, ma le sensazioni che emana sono le stesse del libro perché è la storia ad essere UNICA, FORTE, STRAZIANTE e BELLISSIMA.

5 STELLINE☆

2 risposte a "Recensione: Storia di una ladra di libri – Markus Zusak"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...