Recensione: Olga di carta: Il viaggio straordinario (Olga Papel, #1) – Elisabetta Gnone

27426215

Trama

Olga Papel è una ragazzina esile come un ramoscello e ha una dote speciale: sa raccontare incredibili storie, che dice d’aver vissuto personalmente e in cui può capitare che un tasso sappia parlare, un coniglio faccia il barcaiolo e un orso voglia essere sarto. Vero? Falso? La saggia Tomeo, barbiera del villaggio sostiene che Olga crei le sue storie intorno ai fantasmi dell’infanzia, intrappolandoli in mondi chiusi perché non facciano più paura. Per questo i racconti di Olga hanno tanto successo: perché sconfiggono mostri che in realtà spaventano tutti, piccoli e grandi. Un giorno, per consolare il suo amico Bruco, dal carattere fragile, Olga decide di raccontargli la storia della bambina di carta che un giorno partì dal suo villaggio per andare a chiedere alla maga Ausolia di essere trasformata in una bambina normale, di carne e ossa. Il viaggio fu lungo e avventuroso: s’imbatté in un venditore di tracce, prese un passaggio da un ragazzo che viveva a bordo di una mongolfiera e da un altro che attraversava il mare remando. Più volte rischiò la vita, si perse, ma fu trovata da un circo. E quando infine trovò la maga, solo allora la bambina di carta comprese quante cose fosse riuscita a fare…


Recensione

Sulla scia di Harry Potter, la casa editrice Salani in questi anni si è davvero impegnata per portare in Italia libri per bambini e ragazzi che fossero intrisi di messaggi da lasciare a tutti i futuri adulti.
La serie “Olga di carta” è sicuramente una di quelle da regalare ad un bambino o ad un ragazzo che sta crescendo, che si sta approcciando pian piano alla vita, per far capire i valori dell’amicizia, della fiducia in se stessi e per riuscire ad apprezzare ogni piccola qualità che si riesce a trovare guardandosi dentro.
Anche gli adulti però possono trarre dei vantaggi dalla lettura di “Olga di carta. Il viaggio straordinario” perché nella vita non si smette mai di imparare.
Con questo primo romanzo conosciamo Olga Papel, le sue storie e tutti i personaggi che la accerchiano per ascoltarle. C’è chi la giudica, chi non le crede, chi invece è pronto a imitare tutte le gesta che racconta.
Con uno stile di scrittura meraviglioso, Elisabetta Gnone è stata capace di incollarmi alle pagine di questo libro. Con una trama così bella e magica ha completamente rapito il mio cuore.
C’è una frase che mi ha colpita molto – è anche riportata sul retro copertina di “Olga di carta. Il viaggio straordinario” – e recita: “La donna volante voleva prestarsi uno dei suoi cerotti, ma io dico che quando ti tagliano in due ci vuole qualcosa di forte per tenerti insieme”.
Io ho visto questa frase come una metafora delle sofferenze della vita, che possono anche spezzarti, ma per tutti arriverà qualcosa capace di rimetterci di nuovo in sesto e questo qualcosa può essere diverso per ognuno di noi.
Davvero un bel libro!

4 STELLINE☆

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...