Recensione: Una stanza piena di gente – Daniel Keyes

Buongiorno readers!

Oggi vi parlo di un libro bellissimo, quindi allacciate le cinture e preparatevi al viaggio che potrete fare solo leggendolo.

UNA-STANZA-PIENA-DI-GENTE-di-DANIEL-KEYES

Trama

Il 27 ottobre 1977, la polizia di Columbus, Ohio, arresta il ventiduenne Billy Milligan con l’accusa di aver rapito, violentato e rapinato tre studentesse universitarie. Billy ha vari precedenti penali e contro di lui ci sono prove schiaccianti. Ma, durante la perizia psichiatrica richiesta dalla difesa, emerge una verità sconcertante: Billy soffre di un gravissimo disturbo dissociativo dell’identità. Nella sua mente «vivono» ben 10 personalità distinte, che interagiscono tra loro, prendono di volta in volta il sopravvento e spingono Billy a comportarsi in maniera imprevedibile. Nel corso del processo si manifestano il gelido Arthur, 22 anni, che legge e scrive l’arabo; il timoroso Danny, 14 anni, che dipinge solo nature morte; il violento Ragen, 23 anni, iugoslavo, che parla serbo-croato ed è un esperto di karate; la sensibilissima Christene, 3 anni, che sa scrivere e disegnare, ma soffre di dislessia; e poi Allen, Tommy, David, Adalana e Christopher. Così, per la prima volta nella storia giudiziaria americana, il tribunale emette una sentenza di non colpevolezza per infermità mentale. Tuttavia Billy rimane un rebus irrisolto fino a quando, durante il ricovero in un istituto specializzato, a poco a poco non affiorano altre 14 identità autonome, tra cui spicca «il Maestro», la sintesi della vita e dei ricordi di tutti i 23 alter ego. E proprio grazie alla sua collaborazione è stato possibile scrivere questo libro, che con la passione e lo slancio di un resoconto in presa diretta ricostruisce l’incredibile vicenda di Billy Milligan e ci permette di entrare in quella «stanza piena di gente» che è la sua psiche. Una visita che ci lascia sconvolti e turbati, ma che ci induce a riflettere sull’abisso nascosto in ogni uomo. Perché, come scrive lo stesso Billy all’autore: «Solo chiudendo la porta sul mondo reale, noi potremo vivere in pace nel nostro»


Recensione

Eccolo qui uno di quei libri che posso definire – senza aver paura di esagerare – una meraviglia indescrivibile.
La vera storia di Billy Milligan e di tutte le sue ventiquattro personalità è davanti ai nostri occhi, spiattellata in un libro-documentario senza filtri, con la realtà scritta nero su bianco.
È impossibile dire a parola quanto questo libro mi sia piaciuto, quanto la contorta storia di Billy mi abbia appassionata e quanto sia bella e coinvolgente la scrittura di Daniel Keyes.
Mi hanno consigliato questo libro due anni fa e non ho voluto leggerlo, me lo hanno consigliato tre mesi fa e sono rimasta sulle mie. Ero convinta che sarebbe stata una lettura bellissima, ma non ero convinta che fossero i periodi adatti.
Ora, ora era il periodo adatto.
Quindi eccomi qui, adesso, a parlare di qualcosa che mi ha lasciata senza parole.
Fermiamoci un attimo a pensare come dev’essere stato per Billy vivere così, con ventiquattro personalità pensanti in testa, e come dev’essere stato per chi lo ha conosciuto.
Immaginiamo le sue conversazioni interiori e quelle fatte a voce alta, i battibecchi tra chi abitava nel suo cervello, e immaginiamo le registrazioni che hanno osservato i dottori nelle quali Milligan aveva un accento britannico e subito dopo serbo.
Immaginate di perdere un pezzo di voi ogni volta che vi capita qualcosa di brutto, di avere in testa una persona che prende tutto il dolore, una che è capace di fare battute simpatiche, uno studioso, un uomo capace di sfogare la sua rabbia o una bambina di tre anni che non comprende ciò che la circonda.
Potete immedesimarvi in Billy Milligan? Forse no, ed è per questo che dovete assolutamente leggere questo libro.

5 STELLINE☆

3 risposte a "Recensione: Una stanza piena di gente – Daniel Keyes"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...