Recensione: Uno splendido disastro – Jamie McGuire

43184130

Trama

Camicetta immacolata, coda di cavallo, gonna al ginocchio. Abby Abernathy sembra la classica ragazza perbene, timida e studiosa. Ma in realtà Abby è una ragazza in fuga. In fuga dal suo passato, dalla sua famiglia, da un padre in cui ha smesso di credere. E ora che è arrivata alla Eastern University insieme alla sua migliore amica per il primo anno di università, ha tutta l’intenzione di dimenticare la sua vecchia vita e ricominciare da capo.

Travis Maddox di notte guida troppo veloce sulla sua moto, ha una ragazza diversa per ogni festa e attacca briga con molta facilità. Dietro di sé ha una scia di adoratrici disposte a tutto per un suo bacio.
C’è una definizione per quelli come lui: Travis è il ragazzo sbagliato per eccellenza.

Abby lo capisce subito appena i suoi occhi incontrano quelli profondi di lui e sente uno strano nodo allo stomaco: Travis rappresenta tutto ciò da cui ha solennemente giurato di stare lontana. Eppure Abby è assolutamente determinata a non farsi affascinare. Lei no, non ci cadrà come tutte, lei sa quello che deve fare, quel ragazzo porta solo guai. Ma quando, a causa di una scommessa fatta per gioco, i due si ritrovano a dover condividere lo stesso tetto per trenta giorni, Travis dimostra un’inaspettata mistura di dolcezza e passionalità. Solo lui è in grado di leggere fino in fondo all’anima tormentata di Abby e capire cosa si nasconde dietro i suoi silenzi e le sue improvvise malinconie. Solo lui è in grado di dare una casa al cuore sempre in fuga della ragazza. Ma Abby ha troppa paura di affidargli la chiave per il suo ultimo e più profondo segreto…


Recensione

Ho sempre saputo di essere una ragazza masochista, ma mai fino a questo punto.
E dire che “Uno splendido disastro” mi aveva quasi illusa di poter essere un normalissimo new adult, almeno fino al terzo capitolo in cui le cose poi sono degenerate.
Cosa non mi è piaciuto? Sembrerà strano, ma questa volta la colpa non è dei cliché. Ero già rassegnata al fatto che li avrei trovati.
Il problema è sorto nel momento in cui la protagonista ha cominciato ad affermare, dopo solo una settimana di conoscenza, che come conosceva lei Travis nessuno mai…
Questo è solo il primo dettaglio di una serie di atteggiamenti e avvenimenti alquanto bizzarri con i quali decido di non tediarvi.
Non potevo aspettarmi nulla, lo so.
Ho sempre pensato che fosse un libro trash, lo so.
Non so perché ho iniziato ad ascoltare l’audiolibro.
È stata un’esperienza da non ripetere.

2 STELLINE☆

2 risposte a "Recensione: Uno splendido disastro – Jamie McGuire"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...