Recensione: L’ombra dello scorpione – Stephen King

l'ombra dello scorpione

Trama

L’errore di un computer, l’incoscienza di pochi uomini e si scatena la fine del mondo. Il morbo sfuggito a un segretissimo laboratorio semina morte e terrore. Il novantanove per cento della popolazione della terra non sopravvive all’apocalittica epidemia e per i pochi scampati c’è una guerra ancora tutta da combattere, una lotta eterna e fatale tra chi ha deciso di seguire il Bene e appoggiarsi alle fragili spalle di Mother Abagail, la veggente ultracentenaria, e chi invece ha scelto di calcare le orme di Randall, il Senza Volto, il Male, il Signore delle Tenebre.

Nel 1978 Stephen King ha pubblicato una prima versione di questo romanzo; dopo oltre dieci anni, l’autore lo presenta per la prima volta restituito alle forme e alla lunghezza originali, riscrivendo di fatto il romanzo per una nuova generazione di lettori e sviluppando a ruota libera la sua titanica impresa narrativa.


Recensione

22 giorni di lettura, 22 giorni di parolacce nei confronti di Stephen King che nella sua vita non ha mai fatto un riassunto, 22 giorni di sentimenti contrastanti nei confronti dei protagonisti, 22 giorni di ship per la coppia favolosa creatasi in questa storia, 22 giorni de “L’ombra dello scorpione”.
L’avventura non è cominciata nel migliore dei modi: King ha dato il meglio di sé nell’essere prolisso e nel non risparmiarsi neanche un dettaglio. La storia procedeva lenta e non riuscivo a leggere più di qualche pagina al giorno.
Poi, all’improvviso, in una giornata ho letto più di quello che avevo fatto nei ventuno giorni precedenti e ho finito questo libro.
Mi è piaciuto? Sì.
Ho sofferto coi personaggi, ho immaginato grazie alle descrizioni chiare e brillanti che ci offre sempre l’autore in ogni suo libro, ho gioito e mi sono arrabbiata, mi sono emozionata.
Lo rileggerei? Non nel prossimo decennio, troppo lungo anche solo per pensarci. Un giorno, però, magari.
Di sicuro non sono pentita di averlo letto, anzi era una lettura che mi sentivo di fare e sono felicissima così.
Se un’epidemia si sviluppasse sulla terra, le cose andrebbero perfettamente come previsto da King nel suo libro. E questo è ciò che mi spaventa di più.

4 STELLINE E MEZZO☆

2 risposte a "Recensione: L’ombra dello scorpione – Stephen King"

  1. Quando clickerò su pubblica, tu penserai “ecco questo che si fa bello” e forse un po’ è così, perché io l’ho letto in un giorno e mezzo, un giorno e mezzo fatto di oltre 24 ore continue di lettura con poche ore di sonno … un viaggio…
    Il finale, forse, poteva essere un filo meglio (ma si sta parlando di 9 invece che 10 eh!) ma questo beh questo è un capolavoro.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...