Recensione: Esequie – Kim Knipfel

esequie

Trama

Leonard Koznowski, sceriffo della Contea di Kausheenah, ha pochi compiti precisi: sedare le risse, multare chi guida in stato di ebbrezza, non multare chi va a caccia fuori stagione e tenere d’occhio Gus, che quando cade la prima neve invece di spargere il sale sulle strade rinsalda l’amicizia di lunga data con il whiskey. A sconvolgere questa pacifica routine è un duplice omicidio: Klaus Unterhumm, impresario delle pompe funebri, e il suo assistente Kirby Mudge vengono trovati morti dal medico legale. Colpo d’arma da fuoco a distanza ravvicinata. Ma l’arma non si trova e gli indizi sono scarsi e confusi. Nel tentativo di indagare Koznowski si renderà conto che i suoi concittadini non sono quello che sembrano: sono molto peggio. Tra società segrete, incombenti ombre del passato e macabri rituali, ”Esequie” rende omaggio al genere noir senza rinunciare a vividi lampi di ironia.


Recensione

Cavoli che bello!!!
Quanto mi piacciono i thriller così, non potete neanche immaginarlo. Se vi state chiedendo cosa intendo con “così”, continuate a leggere.

Già dall’inizio, mentre leggevo “Esequie” di Jim Knipfel, mi sono subito resa conto che il thriller nel quale mi stavo addentrando non sarebbe stato come tutti gli altri.
C’è una dose di humor sottile tra le pagine che mi ha fatto davvero ridere a crepapelle. Okay, è vero che io rido con poco, però è anche vero che l’autore è stato bravissimo a creare situazioni surreali e da mani nei capelli.
Come può un poliziotto di una cittadina tranquilla che non ha avuto mai a che fare con nessun problema serio affrontare un caso di duplice omicidio con nessun indizio capace di portare al colpevole? La situazione è critica, ma speriamo che il nostro protagonista riesca a venirne a capo.
Nel frattempo incontriamo personaggi davvero bizzarri, che hanno conversazioni a dir poco esilaranti e ci rendiamo conto che il dramma della storia viene fuori pian piano e ci cattura.

Per me è davvero impossibile spiegare quanto mi sia piaciuto questo thriller, posso solo dire alla casa editrice Bompiani che quando traduce queste cose meravigliose la amo particolarmente.

5 STELLINE☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...