Recensione: Invictus – Ryan Graudin

invictus

Trama

Voglio incontrare la storia faccia a faccia. Voglio essere il sangue che le scorre nelle vene, come la storia scorre nelle mie. 

Farway Gaius McCarthy non è un ragazzo come gli altri. Tutti lo considerano uno strano prodigio. Figlio di una viaggiatrice del tempo del 2354 d.C. e di un gladiatore dell’Antica Roma, la sua esistenza è un evento straordinario che al contempo distorce e infrange le leggi della natura. Perché Far è nato fuori dal tempo.

Ostinato, inquieto, dall’animo indomabile, il ragazzo fin da bambino ha un unico incontenibile desiderio: vivere l’esperienza frastornante di tuffarsi in epoche sempre diverse e provare quel miscuglio di vertigine, shock e déja-vu che solo incontrare la storia faccia a faccia può dare. Per questo studia per seguire le orme materne e diventare un documentatore, un viaggiatore del tempo che, per conto del governo, viene spedito nelle epoche passate a osservare e registrare gli eventi storici.

Subito dopo aver fallito, inspiegabilmente, l’esame finale del corso, Far viene contattato da un trafficante di opere d’arte che gli offre la possibilità di continuare a inseguire il suo sogno. Il ragazzo avrà a disposizione una macchina del tempo e, davanti a sé, secoli e secoli da esplorare. In cambio però dovrà mettere in piedi una squadra con la quale viaggiare clandestinamente di epoca in epoca per rubare oggetti e manufatti preziosi.

Un anno dopo, durante l’ennesima missione, dopo essere rimbalzati dall’Europa nazista all’America selvaggia di Davy Crockett al Vaticano michelangiolesco, Far e la sua squadra incappano in Eliot, una solitaria ragazza dalla pelle chiarissima e dalle origini misteriose che metterà in discussione l’esistenza stessa del ragazzo e di lì a poco trascinerà lui e i suoi amici in una missione pericolosissima nell’Antica Roma, dove la storia di Far ha avuto inizio. Una corsa disperata contro il tempo per impedire che il mondo si spenga. E con esso qualsiasi speranza per il futuro.


Recensione

Questa recensione ha bisogno di due piccole premesse.
La prima: ho letto la serie di Wolf di Ryan Graudin e mi è piaciuta moltissimo – tanto da diventare una delle mie preferite tra le tante distopiche che ho letto -, ma questo libro sembra scritto da un’altra persona. Non so se c’entra il fatto che “Invictus” è uno sci-fi, ma se non avessi letto il nome in copertina non avrei mai associato questo romanzo all’autrice.
La seconda: con questo libro mi è parso di rivivere le stesse sensazioni di “Illuminae”, ovvero una costante confusione e voglia di lasciar perdere la lettura, accompagnata da voglia di conoscere il destino dei personaggi. La cosa potrebbe sembrare negativa o positiva, a seconda dei punti di vista, ma la verità è che neanche io ho ancora capito da che parte sto.
Una cosa è certa: mi aspettavo qualcosa di diverso e soprattutto qualcosa di migliore.

La storia che ci viene raccontata in “Invictus” parla di viaggi nel tempo e ha come protagonista un ragazzo la cui esistenza è iniziata fuori dalle leggi del mondo distopico in cui ci troviamo. Essendo nato durante un viaggio nel tempo, non ha una data di compleanno e, in teoria, neanche un’età precisa.
Pur essendo apparentemente un adolescente normale, le sue avventure non lo saranno per niente.
Molto carina la parte romantica del romanzo, ho apprezzato anche il contorno di personaggi ironici.
Le scene però non si svolgono in maniera lineare, anzi c’è tanta confusione, e lo stile di scrittura a tratti mi è risultato davvero pesante da digerire.
Purtroppo so bene che i romanzi sci-fi non sono i miei prediletti, ma dovevo per forza dare una possibilità ad una delle mie autrici del cuore.
Mi accorgo, libro dopo libro, che anche i migliori autori hanno i loro alti e bassi, perciò non smetterò assolutamente di leggere i loro romanzi e di dare possibilità.
Secondo me questo è un romanzo perfetto per gli amanti del genere sci-fi, per chi ha amato “Illuminae” – sempre edito dalla Mondadori per l’Italia – e per chi non si stanca mai di viaggiare nel tempo.
I riferimenti a determinati eventi storici vi faranno impazzire!

3 STELLINE☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...