Recensione: Un marito fedele – Anna Ekberg

un marito fedele

Trama

Tradire è un po’ morire… Oggi. La aspetta nel buio, coi fari spenti e il motore acceso. Non appena la vede correre oltre la curva, Christian accelera, la investe, si ferma. Poi ingrana la retromarcia e passa di nuovo sopra il corpo della moglie. Deve essere sicuro di averla uccisa, altrimenti non sarà mai libero. Christian torna a casa, ma si rende conto che l’incubo non è finito. È appena cominciato… Due mesi prima. Christian dovrebbe essere felice. Dopo aver lottato a lungo contro la malattia, suo figlio Johan è stato dichiarato fuori pericolo. Sua moglie Leonora – che ha lasciato il lavoro per prendersi cura del ragazzo – può finalmente rifarsi una vita e il suo studio di architettura ha appena vinto un ricco e prestigioso appalto. Eppure, in quegli anni di preoccupazioni e sacrifici, la fiamma del loro matrimonio si è consumata e ora restano solo le ceneri dell’abitudine. Così, quando Leonora lo sorprende a letto con l’amante, Christian è quasi sollevato. Almeno non dovrà più mentire; anzi, ora che Johan è guarito, non c’è più nulla che gli impedisca di chiedere il divorzio. Nel momento in cui Christian affronta il discorso con la moglie, però, lei reagisce in modo molto diverso da come lui si era aspettato. Lo ricatta. Leonora conosce tutti i suoi torbidi segreti e, se lui la lascerà per quell’altra donna – più giovane, più bella, più sensuale di lei –, lo porterà alla rovina. Christian è sconcertato: è vero, in passato ha preso decisioni discutibili, ma soltanto per garantire a Johan le cure migliori. Leonora non può rinfacciargli di aver salvato il loro unico figlio. Ciò che Christian non ha ancora capito è che Leonora è una moglie troppo orgogliosa e determinata per non fargli pagare il prezzo dell’umiliazione…


Recensione

Questo libro è stato davvero una sorpresa, con personaggi psicopatici proprio come piacciono a me, situazioni al di là della realtà ed una storia appassionante.
La coppia costituita da Christian e Leonora non potrebbe avere più problemi, eppure a volte in un matrimonio si chiudono gli occhi per andare avanti, si fa finta di non vedere.
Con un figlio malato di cui prendersi cura e la casa da mandare avanti, Leonora si è accontentata di ciò che la vita le ha riservato. Christian invece no.
In “Un marito fedele” c’è una serie di comportamenti sbagliati, una spirale di azioni che avranno conseguenze catastrofiche, e noi lettori potremo solo assistere allo scorrere della loro quotidianità malata.
Per tutto il tempo mi sono chiesta come sarebbe andata a finire, se l’avrebbero fatta franca oppure no. Il finale mi ha lasciata senza parole.
Lo consiglio vivamente agli amanti dei thriller intricati che riservano sempre dei colpi di scena e a chi ama ricordare che non sempre il bene trionfa.

 4 STELLINE E MEZZO☆

Annunci

Una risposta a "Recensione: Un marito fedele – Anna Ekberg"

  1. A differenza di quanto viene detto da chi è “dentro” il settore editoriale, le persone sono molto meno centrate di come si pensa. Chi agisce da psicopatico non sempre è legato a un’infanzia difficile, a turbe di qualche tipo, e non è detto che nel cuore delle persone ci sia sempre del buono… quello sono i Cavalieri dello Zodiaco! 😀 Ma era un anime giapponese. 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...