Recensione: Amatissima – Toni Morrison

amatissima toni morrison

Trama

Un romanzo maestoso, di straordinaria intensità, in cui si narra la storia di Sethe, indomabile donna di colore che, negli anni precedenti alla Guerra Civile americana, si ribella al proprio destino e fugge al Nord, verso la libertà. Un percorso drammatico attraverso l’orrore della schiavitù, la forza dell’amore materno e il peso di un indicibile segreto. Intrecciando mito e storia, leggenda e realtà, Toni Morrison ci regala un indimenticabile capolavoro della letteratura americana, vincitore del premio Pulitzer per la narrativa.


Recensione

Occorrente per leggere questa recensione: una tisana, un posto comodo su cui sedersi e una buona dose di comprensione.
“Amatissima” di Toni Morrison è uno di quei libri di cui ho sentito parlare davvero ovunque, persino in tantissime serie TV americane. L’elemento che più mi attirava era sicuramente l’associazione tra l’horror e le condizioni tragiche della gente di colore nel passato.
Le mie aspettative erano quindi molto grandi e se da una parte non sono state del tutto deluse, dall’altra lo sono state del tutto.
Questo libro è un bel mattoncino, non parliamo certo di un romanzo che si lascia leggere in un’oretta senza troppe pretese. Anzi, chiede ai lettori la massima concentrazione.
Sin dall’inizio non ho trovato la minima difficoltà nel leggere la storia, mi ci sono appassionata, mi perdevo con piacere nei dialoghi dei protagonisti e nei loro pensieri. Più andavo avanti, però, e più mi rendevo conto che questo libro non mi stava lasciando nulla a livello emotivo.
Purtroppo devo dire che tutte le sensazioni che credevo avrei provato… non le ho effettivamente provate.
La parte horror è davvero quasi inconsistente, viene ben camuffata all’interno della trama e vengono citati i “fantasmi” davvero raramente. Sinceramente, a pensarci ora, non lo definirei mai “un’associazione tra l’horror e le condizioni tragiche della gente di colore nel passato”, come ho scritto prima, bensì un insieme di racconti della vita di queste persone e dei fantasmi del loro passato.
Non posso assolutamente affermare che questo libro non mi sia piaciuto – l’ho letto in tre giorni e non mi sono mai annoiata -, ma sicuramente posso affermare che mi aspettavo qualcosa che mi avrebbe fatto provare emozioni forti e che mi avrebbe fatto pensare tanto.
Non è per niente bocciato, ma c’è di meglio!

4 STELLINE☆

2 risposte a "Recensione: Amatissima – Toni Morrison"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...