Recensione: La famiglia Aubrey (La famiglia Aubrey, #1) – Rebecca West

la famiglia aubrey

Trama

Gli Aubrey sono una famiglia fuori dal comune: una famiglia di artisti. Poveri ma molto uniti, fanno fronte alle difficoltà quotidiane con grande spirito. Si spostano in continuazione a seconda dell’impiego del padre, Piers: giornalista e scrittore molto stimato, vive in un mondo tutto suo, ha un problema con la gestione del denaro e un debole per il gioco d’azzardo.
È la madre Clare a tenere le fila: pianista dotatissima, ha rinunciato alla carriera per i figli; logorata, ma mai abbattuta, ha trasmesso la sua passione per la musica anche a loro. Le due gemelle Mary e Rose sono due talenti precoci, votate al pianoforte, sveglie e disincantate. Il fratellino minore, Richard, è adorato e coccolato da tutti; e infine c’è Cordelia, la figlia maggiore: molto bella e naturalmente non priva di velleità artistiche, non è dotata come le sorelle ma è troppo ottusa per accorgersene.
In questo primo romanzo, che copre un arco di dieci anni a cavallo tra Ottocento e Novecento, fra vicende più o meno importanti i figli cominciano a prendere ognuno la propria strada e così anche i genitori.
Personaggi indimenticabili, un senso dell’umorismo pungente e un grande talento per la narrazione rendono la trilogia della famiglia Aubrey un grande capolavoro da riscoprire.


Recensione

Mi è piaciuto moltissimo questo primo volume della serie “La famiglia Aubrey” di Rebecca West, che ho letto in pochissimo tempo nonostante la mole non indifferente e i miei continui impegni.
La famiglia protagonista del romanzo mi ha totalmente conquistata, tramite avventure e comportamenti tipici dell’epoca in cui è ambientata la storia. Rose ci narra degli Aubrey e della loro passione per la musica, dei rapporti con le altre famiglie, di quanto sia difficile fidarsi di un padre che non è in grado di amministrare il denaro, di cosa significa la parola amicizia e di quanto sia difficile avere dei fratelli e dover condividere con loro l’amore di una madre.
Lo stile di scrittura è scorrevole e coinvolgente, capace di farmi ricreare ogni scena narrata nella mente con vividi dettagli. Cordelia è stato sicuramente il personaggio che ho apprezzato di più, nonostante sia quella che viene messa più in disparte da Rose. Si prospetta una serie davvero bellissima e non vedo l’ora di leggere il seguito!

5 STELLINE☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...