Recensione: Non dimenticare – B. A. Paris

non dimenticare

Trama

Lei è scomparsa. Lui ha mentito. E adesso ha paura.

Erano giovani, impulsivi e innamorati. Si conoscevano da poco, eppure erano certi che sarebbero rimasti insieme per sempre. Durante il viaggio di ritorno da una vacanza sulle alpi francesi, Finn si è fermato a una stazione di servizio. Ha lasciato Layla sola in macchina per qualche minuto. Quando è tornato, lei era svanita. Questo è ciò che lui ha raccontato alla polizia. Ed è la verità. Ma non è tutta la verità…

Dodici anni dopo, Finn è un uomo più maturo, pacato, consapevole. Il ricordo del suo primo amore non si è mai sopito, eppure lui è riuscito ad andare avanti, trovando conforto tra le braccia di Ellen, la sorella di Layla. Insieme, Finn ed Ellen si sono costruiti una nuova vita e adesso hanno deciso di sposarsi. Ma, per Finn, quest’atmosfera di serenità si sgretola prima con una telefonata – in cui il suo ex vicino di casa sostiene aver visto Layla aggirarsi nel loro vecchio quartiere – e poi con un ritrovamento inquietante: la bambola più piccola di un set di matrioske, lasciata da qualcuno sul davanzale di casa. È la conferma che la peggiore paura di Finn potrebbe avverarsi. E questo è solo l’inizio…


Recensione

Finn e Layla sono innamorati e vivono la loro storia d’amore fino al giorno in cui lei, improvvisamente, scompare durante una vacanza in Francia.
Tutti i sospetti ricadono su Finn, eppure il mistero è molto più complicato da risolvere.
Layla lascia dietro di se misteri, bamboline russe e una sorella che conquista il cuore di Finn colmando il vuoto che si era formato.
Quando delle strane email cominciano ad arrivare a Finn e degli strani avvistamenti vengono riferiti alla polizia, molti si convincono che la ragazza sia ancora viva. Devo essere sincera e dire che già dalle prime pagine avevo sospettato chi ci fosse dietro alle email e come sarebbe finito il romanzo. Non avevo torto, però mi ero persa un pezzo importante che non avrei mai potuto immaginare.
Quando si scrive un thriller psicologico è molto importante studiare bene il modo in cui sconvolgere il lettore, altrimenti a mio parere si perde totalmente il senso di una lettura così. Se volessi un romanzo tranquillo, leggerei qualcos’altro. Se volessi un romanzo scontato, leggerei qualcos’altro.
C’è stato quindi l’elemento sorpresa, ci sono state le svolte inaspettate e mi è piaciuto molto anche lo stile di scrittura con cui è stata raccontata la trama.
B. A. Paris mi ha catturata facendomi divorare il libro in poche ore e sicuramente proverò a leggere i suoi altri thriller.

4 STELLINE☆

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...