Recensione: Anna Karenina – Lev Tolstoj

karenina

Trama

Combattuta tra l’amore per il figlio, il vincolo matrimoniale e la passione per un altro uomo, Anna Karenina sarà travolta da un conflitto tanto drammatico da trascendere i confini del personaggio per divenire emblematico. Una tragedia che la accomunerà ad altre tormentate figure di donne, come Madame Bovary, per citare la più famosa. Ispirandosi con inconfondibile potenza creativa a un fatto di cronaca, Tolstoj trasfuse in Anna Karenina l’ansia e il desiderio di chiarezza etica che dominarono la sua vita. Costruito con un raffinato gioco d’incastri narrativi, e tuttavia con la consueta scorrevolezza stilistica dei capolavori tolstojani, il romanzo presenta una bruciante problematica morale, lasciando al lettore il giudizio definitivo.


Recensione

Non sono una di quelle persone che amano i classici, ma li leggo comunque perché ogni tanto uno di loro mi stupisce e mi fa provare una bellissima sensazione di meraviglia.
“Anna Karenina” entra sicuramente a far parte dei classici che mi sono piaciuti, nonostante tutto, ed è anche la mia prima esperienza con un autore russo.
Cosa ho capito grazie a Tolstoj? Soprattutto che alcuni nomi sono troppo difficili da ricordare!
La storia si concentra su tanti personaggi, è arricchita da tanti dettagli ed è raccontata con uno stile di scrittura che mi ha coinvolta.
Assistiamo al lento ed ingiusto declino di Anna e alle vite delle persone che la circondano. È strano ma questo libro mi ha lasciato un senso di impotenza: alcuni personaggi che hanno preso decisioni sbagliate hanno avuto comunque un lieto fine, mentre Anna che ha semplicemente desiderato la sua libertà viene “messa a tacere”.
Il finale mi ha a dir poco sconvolta.
La cosa importante credo sia il messaggio che lascia ad ogni lettore una storia così, che può essere interpretato diversamente a seconda delle idee. Spero che la maggior parte delle persone possa capire.

4 STELLINE☆

Una risposta a "Recensione: Anna Karenina – Lev Tolstoj"

  1. Grazie della tua recensione. Ho sempre detto che un giorno mi sarei “confrontato” con i classici russi, ma finora ne ho avuto quasi “timore”; chissà che non mi decida ad affrontarlo, questo timore… buona giornata! 🙂

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...