Recensione: È tempo di ricominciare (Jahrhunder #2) – Carmen Korn

Ricordate la mia recensione di “Figlie di una nuova era” di Carmen Korn?
Il secondo capitolo della serie è giunto da poco in Italia e sono felice di aggiornare il mio parere a riguardo. Continuate a leggere l’articolo per scoprire se questa serie è per me un top o… un flop!

è tempo di ricominciare

Trama

È il 1949. La guerra è finita. I nazisti sono stati sconfitti. Come molte altre città, Amburgo è ridotta a un cumulo di macerie e in parecchi si ritrovano senza un tetto sulla testa. Fra questi, Henny, che ha finalmente accettato di sposare Theo e continua a cercare la cara Käthe, che risulta ancora dispersa nonostante l’amica sia sicura di avere incrociato il suo sguardo, la sera di San Silvestro, su quel tram… Nel frattempo, mentre Lina e la sua compagna Louise aprono una libreria in città, Ida si sente delusa dal modesto ménage coniugale con il cinese Tian, pur avendo mandato all’aria il suo precedente matrimonio per stare con lui, e ricorda con nostalgia la sua giovinezza di rampolla di una famiglia altolocata. Sono in molti ad aver perso qualcuno di caro, e sono in molti ad attendere il ritorno di qualcuno, giorno dopo giorno, alla finestra. Ma per i sopravvissuti tornare a casa non è facile, si ha paura di cosa si potrebbe trovare, o non trovare più.
Gli anni passano, i figli delle protagoniste crescono e anche loro hanno delle storie da raccontare. Sullo sfondo, la ripresa dell’economia tedesca e le rivoluzioni sociali che hanno scandito gli anni Cinquanta e Sessanta: lo sbarco sulla Luna, la costruzione del Muro di Berlino, il riarmo e la paura del nucleare, l’arrivo della pillola anticoncezionale, l’irruzione della televisione nella vita quotidiana delle famiglie, l’inizio dei movimenti studenteschi e la musica dei Beatles.
Dopo Figlie di una nuova era, il secondo, attesissimo capitolo di questa fortunata e appassionante trilogia che racconta la vita di quattro amiche nella Germania del Novecento.


Recensione

“È tempo di ricominciare” inizialmente mi stava piacendo addirittura più del suo predecessore “Figlie di una nuova era”.
Conoscendo già i protagonisti e non avendo più bisogno di sforzi per orientarmi all’interno delle loro vite, è stato molto facile entrare subito nel vivo della storia e appassionarmi totalmente.
Si accende da subito la speranza che personaggi dati per dispersi possano essere ritrovati, che ci possa essere sempre un lieto fine e che le coppie per cui tanto i lettori hanno fatto il tifo possano finalmente consolidarsi.
Sull’inizio di questo romanzo, lo avrete capito, non ho davvero nessun appunto da fare.
L’ambientazione è come sempre evocativa e mi ha fatto venire voglia di tornare indietro nel tempo – anche se probabilmente quello del dopoguerra non è uno dei migliori periodi in cui desiderare di vivere – e di ascoltare la musica che in quegli anni faceva sognare il mondo.
Andando avanti con la lettura, però, mi sono accorta che la mia attenzione si andava perdendo… come se non fossi più molto motivata a conoscere il destino dei protagonisti della serie.
Non mi so spiegare la sensazione, nata all’improvviso. Probabilmente lo stile di scrittura non mi ha coinvolta, probabilmente la trama stava diventando poco interessante ai miei occhi o semplicemente è colpa mia.
Devo essere sempre sincera con voi, perciò non farò finta che questo non sia mai accaduto.

3 STELLINE E MEZZO☆

Una risposta a "Recensione: È tempo di ricominciare (Jahrhunder #2) – Carmen Korn"

  1. Riesco a capirti; qualche anno fa sono andato alla presentazione di un libro di Glenn Cooper, ho acquistato il libro, con tanto di dedica, e poco tempo dopo ne ho acquistato la lettura, ma la trovai molto piatta. Pensando che fosse solo quel primo volume, ho acquistato il secondo, ma l’impressione fu esattamente la stessa; si trattava di una trilogia, ma visti i precedenti, ho evitato di acquistare l’ultimo: probabilmente avrei speso soldi invano. Buon pomeriggio! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...