Blogtour: “Tutta la verità su Gloria Ellis” – Martyn Bedford – [Quarta tappa] Nell’armadio di Gloria

Buongiorno miei cari lettori, oggi vi presento la quarta tappa del Blogtour del libro “Tutta la verità su Gloria Ellis”, uno YA misterioso e con protagonisti del tutto fuori di testa.
La mia tappa è dedicata all’eccentrico armadio di Gloria Ellis… continuate a leggere per scoprire cosa c’è dentro!


Il libro

9788851138400_f12d90fabba015d24d6fd706662c122bTitolo: Tutta la verità su Gloria Ellis
Autore: Martyn Bedford
Casa Editrice: De Agostini YA
Prezzo: 14,90€
Pagine: 384

Trama:

Gloria Ellis ha quindici anni e odia la sua vita. Odia la stupida cittadina di provincia in cui è cresciuta, la stupida scuola che frequenta e gli stupidi amici che vede tutti i giorni. È per questo che quando nella sua classe arriva un ragazzo nuovo, un ragazzo deciso a infrangere ogni regola, Gloria se ne innamora immediatamente. In apparenza Uman è tutto ciò che lei ha sempre sognato: è brillante, sicuro di sé, imprevedibile. Ed è pronto a trascinarla in un’avventura che non conosce limiti, se non quelli del proprio coraggio. Gloria accetta la sfida e parte – senza lasciare un biglietto, senza salutare nessuno – per una folle e romantica fuga attraverso l’Inghilterra. All’inizio tutto è come lei se l’era immaginato: un’esperienza liberatoria, esaltante. Presto, però, Uman si rivela diverso da quel che sembrava. E quando Gloria se ne accorge, quando scopre la verità su di lui, si ritrova ormai molto lontana da casa. Forse troppo lontana. Dalla penna di uno scrittore pluripremiato, una suspense psicologica che mozza il fiato. Una storia indimenticabile, costruita come un interrogatorio della polizia, in un rapido susseguirsi di domande e risposte, confessioni e colpi di scena. Fino all’ultima, strepitosa riga.


Nell’armadio di Gloria

Perfino il mio abbigliamento era prevedibile: Docs viola, calzini spaiati, jeans e qualcosa di largo sotto il bomber beige in similpelle. Berrettino bordeaux messo di traverso e orecchini fatti in casa, di quelli pendenti, visto che quel giorno non c’era scuola.

Un’uniforme scolastica

Emma-Roberts-in-WILD-CHILD_3_jpg-550x366(Emma Roberts nel film “Wild Child”)

Un paio di Docs viola

www.myfantabulousworld.com
(fonte www.myfantabulousworld.com)

Calzini spaiati

ambientebio.it
(fonte: ambientebio.it)

Jeans

www.polyvore.com
(fonte: www.polyvore.com)

Felpa

marca adidas
(marca: Adidas)

Bomber beige

httpswww.prettylittlething.com
(fonte: www.prettylittlething.com)

Berretto

www.zalando.it
(fonte: www.zalando.it)

Orecchini fatti in casa

20160622_093803


Per le tappe passate e future del Blogtour, ecco qui un calendario

13511519_10208180835150413_1379457610_n

Potete partecipare al blogtour seguendo le regole che trovate nel form e per uno di voi partecipanti ci sarà poi una copia del libro.
Cliccate questa scritta

a Rafflecopter giveaway

Le regole sono:
Seguire la pagina della De Agostini YA
Essere lettori fissi dei blog coinvolti nel Blogtour
Commentare le tappe

Buona fortuna a tutti♥

Blogtour: “Uno splendido errore” – Ali Novak – [Quinta tappa] Recensione & Estrazione Giveaway

Buongiorno a tutti, come avrete sicuramente visto, in questi giorni c’è stato un banner sul lato del mio blog che vi annunciava un Giveaway in corso. Il Giveaway in questione è quello del nuovo libro di Ali Novak edito da Newton Compton Editori: “Uno splendido errore”.
Se avete amato, come me, “The heartbreakers”, non potete perdervi questa lettura stupenda.

banner_calendario_def
Il Blogtour associato al Giveaway è passato da Simona, sul blog Salotto dei libri , per la presentazione e l’incipit del romanzo; da Chiara, sul blog Strawberries and books, per la presentazione dei personaggi ed il fancast; da Katia, sul blog Sognatrice interrotta, per la playlist e le ambientazioni del romanzo; dal Federica, sul blog Lettrici impertinenti, per l’intervista ad Ali Novak e si conclude da me, Cioccolato e Libri, con la recensione del romanzo e la tanto attesa estrazione del giveaway.


uno-splendido-errore_7763_x1000

Titolo: Uno splendido errore
Autrice:
Ali Novak
Genere:
Young Adult
Casa editrice: Newton Compton Editori
Data di Uscita: 16 Giugno 2016
Prezzo: € 9.90
Trama: Jackie non ama le sorprese e considera il caos il suo peggior nemico. Ha capito presto che il modo migliore per ottenere un po’ di considerazione da parte dei genitori troppo impegnati è quello di essere perfetta. E così si è trasformata nella figlia che chiunque desidererebbe: look impeccabile, ottimi voti a scuola, amicizie selezionate. Ma il destino ha in serbo per lei una vera e propria rivoluzione… Un terribile incidente, infatti, le porta via i genitori e Jackie all’improvviso è costretta a lasciare il suo elegante appartamento di New York per trasferirsi in un ranch in Colorado, dai Walter, i suoi nuovi tutori. E non è tutto. I Walter hanno ben dodici figli: undici maschi e un “maschiaccio”. Jackie si ritrova così circondata dal nemico, da ragazzi chiassosi, sporchi e invadenti che sembrano non conoscere affatto la nozione di “spazio personale”. Come potrà adattarsi e andare avanti quando, per mantenere vivo il ricordo dei suoi genitori, sente di dover continuare a essere perfetta?

Chi vincerà questo libro?
Continuate a leggere il post…


Recensione

Questa storia, scritta a quindici anni da Ali Novak su Wattpad, è una di quelle che ti entra dentro e ti fa sentire parte di un altro mondo.
Jackie è una ragazza di sedici anni che perde tutta la sua famiglia in un incidente stradale ed è costretta dalle circostanze a trasferirsi dai Walter, in Colorado.
Per una ragazza che ha sempre vissuto a New York, la vita di campagna non si prospetta una passeggiata. Non è solo questo il problema, però. A casa dei Walter ci sono ben undici ragazzi, più una bambina di nove anni che ha ormai seguito le orme da maschiaccio dei fratelli e dei cugini.
Quando Jackie incontra i ragazzi Walter, finge di non essere minimamente toccata dalla loro bellezza.
Parliamoci chiaro: non si può. Non è umanamente possibile non impazzire per ogni singolo ragazzo Walter, persino i più piccolini hanno un fascino tutto loro. Ho vent’anni ma per Cole sarei passata volentieri per pedofila.
Le ragazze che leggeranno questa storia avranno già gli ormoni impazziti, mentre Jackie vorrà far credere a tutti di non essere interessata a tutte quelle tartarughe al vento.
Va bene, Jackie, d’accordo. Ti crediamo. Tanto lo sappiamo tutti come andrà a finire!
Tra tira e molla, ragazzi antipatici che si rivelano molto dolci, nerd incalliti che sanno corteggiare come nei film, ragazzine dispettose e tanti sentimenti… “Uno splendido errore” è entrato nel mio cuore.
La cosa più bella di questo libro è che i personaggi dimostrano l’età che hanno: non c’è nessuno che si finge più maturo di ciò che è o che, al contrario, ha atteggiamenti infantili.
Ogni persona che conosceremo avrà una personalità distinta dagli altri e saprà farla spiccare per una o più qualità. Tutti i Walter sono importanti.
Non affezionarsi a loro è impossibile: lasciano quel senso di famiglia che ti fa sentire parte del loro ranch di campagna e della loro vita.
Finito il libro vuoi tornare da loro, ti mancano, vuoi essere adottata anche tu ed andare a vivere nel loro meraviglioso piccolo mondo.
Altra cosa molto importante da sottolineare è che non bisogna farsi spaventare dalla parola “Wattpad”. Questa parola non significa assolutamente che una storia è stupida o scritta male perché – e questo libro lo dimostra – ci sono delle scrittrici molto brave anche su quella piattaforma.
Il libro è assolutamente perfetto e qualcuno deve darmi un seguito… altrimenti potrebbero succedere cose molto spiacevoli.

5 stelline!


Il Blogtour si conclude quindi con l’estrazione del Giveaway. Quali erano le regole per partecipare all’estrazione?

1) Iscriversi ai lettori fissi di tutti i blog partecipanti. 
2) Condividere l’evento (link) su un qualsiasi social.
3) Commentare le tappe scrivendo il nome con cui ci seguite, la vostra email e lasciando il link della condivisione! 
Abbiamo controllato ogni singolo commento e tra tutti i partecipanti, la lista dei nomi che hanno eseguito correttamente tutti i passaggi è stata inserita su random.org.
La lista è stata poi “randomizzata” ed il primo uscito in lista è il vincitore del libro.

Se non siete nella lista probabilmente non avete eseguito bene uno dei passaggi del regolamento. Mi dispiace, sarà per la prossima volta :/

E il fortunato vincitore di questo libro è…

Continua a leggere

Blogtour “L’ultima volta che ti ho detto addio” // Intervista a Cyntia Hand + SCONTO per acquistare il libro

Ospito oggi l’ultima tappa del Blogtour al quale ho partecipato grazie ad Harlequin Mondadori, e vi lascio un’intervista molto interessante dell’autrice Cyntia Hand. Vi ricordo che questo splendido romanzo sarà in libreria da oggi e che non sarà assolutamente un acquisto deludente, anzi, vi sorprenderà!

  •  Sul romanzounnamed

1. Il pubblico americano ha imparato a conoscerti e apprezzarti come scrittrice Young Adult/Paranormal, grazie al successo della serie Unearthly. L’ultima volta che ti ho detto addio, invece, è un romanzo Young Adult con un’impronta molto differente, per tematiche e ambientazione. Da cosa è nata l’urgenza di scrivere questo romanzo?
In tutti i miei libri ricorrono temi simili: il rapporto tra fratelli, tra madre e figli, padri assenti e la perdita inevitabile delle persone che amiamo. Queste riflessioni ricorrono nei miei romanzi così come in L’ultima volta che ti ho detto addio, tuttavia questo romanzo è incentrato sul processo del lutto, su come viene affrontato da chi si trova a confrontarsi col tema del suicidio di una persona cara. Mio fratello è morto proprio in una circostanza analoga, quando avevo vent’anni e lui diciassette: ho pensato che potesse essere importante condividere questa esperienza con gli altri, per provare a capire.

2. L’ultima volta che ti ho detto addio è un romanzo emozionale, che tocca il cuore dei lettori ma soprattutto ti coinvolge in modo molto intimo e personale. Come hai trovato la forza di raccontare questa vicenda? La scrittura è stata in qualche modo catartica?
È stato un romanzo difficile e molto doloroso, per molti aspetti. Verso la fine, ci sono state intere settimane in cui mi sono ritrovata a piangere guardando queste pagine. Ma sì, penso che in fondo che sia stato catartico, mi ha aiutato a lavorare sulle mie emozioni e sui sentimenti che ancora mi tormentano dopo la morte di mio fratello.

3. In che modo si riesce a conciliare una scrittura dedicata ad un pubblico di giovanissimi a tematiche così delicate, come il dolore, la perdita e il suicidio?
Gli adolescenti hanno a volte una visione molto “romantica” del suicidio, il che mi preoccupa, perché nella mia esperienza, non c’è nulla di tutto questo in un atto di morte. Oltre il 50% degli adolescenti americani hanno pensato al suicidio durante l’adolescenza, è tremendo. Ecco perché ho voluto parlarne: volevo condividere quello che si prova, la rabbia, il dolore di chi resta, senza quella patina eroica che si percepisce nell’immaginario comune. Ho raccontato la realtà, nel modo più crudo possibile, così com’è.
4. L’ultima volta che ti ho detto addio racconta un equilibrio quasi straniante tra prima e dopo, assenza e presenza, routine quotidiana ed eventi che ne turbano il normale flusso. In che modo Lexie trova il coraggio di andare avanti, superando il senso di colpa che sembra opprimerla?
Arriva a un punto in cui Lexie deve andare avanti, ad ogni costo. Ma ci sono diverse cose che l’aiutano: i suoi amici, che non rinunciano a credere in lei, il suo terapeuta, sfidandola ad essere onesta con se stessa, e infine la madre, e il reciproco aiuto nel tentare di superare il dolore. Credo che Lexie debba trovare la forza di mantenere i buoni ricordi, qualcosa di bello della sua vita “prima”, oltre la tragedia.

5. Qual è il ruolo di Sadie, la vicina di casa e coetanea, in tutta la narrazione? Pensi che per un adolescente sia più semplice confidare le proprie paure ad un estraneo piuttosto che cercare rifugio all’interno del nucleo familiare?
Sadie è uno dei miei personaggi preferiti. Svolge il ruolo di un’estranea simpatica (anche se lei e Lexie sono state amiche da bambine) e sì, credo gli adolescenti a volte trovino più facile parlare con persone che nutrono meno aspettative nei loro confronti, rispetto a genitori e amici. Sadie offre una prospettiva diversa a Lexie, sia dal punto di vista del lutto (il papà di Sadie è morto qualche anno prima), sia perché crede in una vita oltre la morte, a differenza della protagonista. 6. Quanto c’è di te in Lexie, la protagonista del romanzo? In che modo la personalità lucida e razionale della protagonista riesce a convivere con la “presenza” di Tyler? Quando ho iniziato a scrivere il libro è stato difficile, stavo cercando far raccontare alla protagonista un dolore che io stessa non ero riuscita ancora ad esprimere. Ma poi il personaggio di Lexie ha iniziato a prendere vita: io non ero più lei, e la storia di suo fratello non era la mia. Oltretutto, io sono terribile in matematica e probabilmente non sono nemmeno la persona più razionale del mondo. Ma c’è una cosa: dopo la morte di mio fratello ci è capitato di sentire il suo profumo in giro per casa, in modo inaspettato. Mia madre era convinta che lui fosse ancora con noi, mentre io odiavo questa reazione. Non volevo più sentirlo, mi rifiutavo di crederci. Quindi, a quel livello, la mia reazione è stata molto simile a quella di Lexie.

7. Qual è il messaggio che vorresti trasmettere ai lettori con L’ultima volta che ti ho detto addio?
Le persone che amiamo non se ne vanno mai veramente.

ATTENZIONE!!!!!!

sconto_blog

Per tutte le fedelissime del blog e delle iniziative speciali realizzate in collaborazione speciale con Harlequin Mondadori, ecco un’occasione assolutamente da non perdere!

Da martedì  16 giugno alla mezzanotte di venerdì 19 giugno, in occasione del’ultima tappa del blogtour del romanzo di Cynthia Hand L’ultima volta che ti ho detto addio, approfittate dell’esclusivo coupon d’acquisto realizzato appositamente per voi!

Come fare?

È semplicissimo, andate su www.harlequinmondadori.it, riempite il vostro carrello e con una spesa minima di 25€, al momento dell’acquisto potrete usufruire del codice promozionale BLOG615 che vi garantirà uno sconto del 20% su tutti i prodotti, cartacei e ebook (non valido per abbonamenti).

Cosa state aspettando?

Non mi resta che augurarvi buona lettura!

Blogtour “L’ultima volta che ti ho detto addio” – Cyntia Hand // Dentro al romanzo, le nostre citazioni preferite

Buon martedì a tutti voi amiche lettrici e amici lettori!!! Sono felicissima di ospitare la quinta tappa del blogtour de “L’ultima volta che ti ho detto addio” di Cyntia Hand. Aspettavo con trepidazione l’uscita di questo romanzo  e l’attesa sta per giungere finalmente al termine: il romanzo cartaceo sarà acquistabile dal 16 giugno 2015.unnamed

Ecco le tappe del tour:

1 giugno – Presentazione su http://www.harlequinmondadori.it
3 giugno – Tappa 1: http://www.lafenicebook.com
4 giugno – Tappa 2: http://www.letazzinediyoko.it
5 giugno – Tappa 3: http://www.ilcoloredeilibri.blogspot.be
8 giugno – Tappa 4: http://www.fidibooksblog.blogspot.it
9 giugno – Tappa 5: http://www.cioccolatoelibri.wordpress.com
10 giugno – Tappa 6: http://www.sognipensieriparole.blogspot.it
11 giugno – Tappa 7: http://www.hookingbooks.blogspot.it
12 giugno – Tappa 8: http://www.devilishlystylish2011.blogspot.it
15 giugno – Tappa 9: http://www.letteredinchiostro.blogspot.it
16 giugno – Tappa 10: tutti i blog coinvolti

Nella tappa di oggi, “Dentro al romanzo, le nostre citazioni preferite“, potrò lasciarvi un piccolo, piccolo, piccolo assaggino di ciò che potrà rapirvi portando avanti la lettura di questo libro: una frase, una citazione.

“Suonerà anche scontato, suppongo, ma non si sa mai quando sarà l’ultima volta che abbracci qualcuno, che lo baci, che lo saluti.”

UN ROMANZO CHE ARRIVA DRITTO AL CUORE.

Scheda del libro: Lexie Rigs è un genio della matematica. Tutto per lei è rigorosamente razionale, così quando inizia a percepire in casa segni della presenza del fratello, da poco scomparso, non riesce a confidarsi con nessuno. Di certo non lo può dire a sua madre, già convinta che Tyler sia ancora con loro. Non può raccontarlo alle amiche nerd come lei, perché la prenderebbero per pazza. Non può lasciarselo scappare nemmeno con il suo psicanalista: non vuole certo finire imbottita di farmaci. Alla fine, lo confida alla vecchia amica e vicina di casa, Sadie, che non si scompone di fronte a quell’assurdità, e anzi la aiuta a capire che cosa potrebbe volere Tyler da lei, se davvero si trattasse di lui. Inizia così per Lexie una sorta di viaggio nelle ultime ore del fratello, e ogni tassello del mistero che circonda la sua morte trova il suo posto. Così Lexie capisce che un fantasma non deve per forza essere reale per impedirti di andare avanti. E ora è il momento di farlo.

Autrice americana di successo, laureata in scrittura creativa, insegna a sua volta questa disciplina all’università di Pepperdine nella California del Sud. È entrata nella classifica del New York Times grazie alla trilogia Unearthly.
Online la trovate su http://www.cynthiahandbooks.com e su Twitter @CynthiaHand.

Editore: Harlequin MondadoriLultima-volta-che-ti-ho-detto-addio
Uscita: 16 giugno
Formato: 14 x 21 cm
ISBN 9788869050206
Prezzo: € 14,90

“Un tema difficile e doloroso – il suicidio di un adolescente – trattato con incredibile delicatezza e profondità”
Voice of Youth Advocates

“Un romanzo che riecheggia nel cuore anche molto dopo averlo terminato. Un racconto doloroso dal quale scaturisce un raggio di speranza.”
Booklist