Chiacchiere librose del sabato sera

 

Stasera sono in vena di parlare di qualcosa, non importa cosa, l’importante è parlarne.

Sono successe un po’ di cose, spiacevoli e piacevoli, in questo mese e volevo parlarvi delle ultime novità sulle questioni librose.

  • La mia nuova libreria

Come alcuni già sapranno, nella mia stanza non c’è spazio per una libreria. Il mio sogno sarebbe avere quei colossi alti e larghi spiaccicati al muro e riempiti di milioni di titoli… ma vivo in un buco perciò devo sfruttare i muri.
Sfruttare i muri significa che devo andare di mensole e fino a una settimana fa esse erano 4 mentre adesso, evolute come i Pokemon, sono diventate 9.
Grazie all’ IKEA posso oggi mostrarvi questa foto in attesa di riempire ogni spazio possibile e di decorarla per il Natale20151114_203736

  • I buoni propositi natalizi per la mia camera

Dicembre è assolutamente il mio mese per una serie di motivi:
l’8 dicembre è l’Immacolata e (da me si usa così, da voi non lo so) non vedo l’ora di mangiare le pucce col tonno in scatola e le pettole;
il 12 dicembre è il mio compleanno;
amo il clima freddo di dicembre e i pigiami pelosi (ne ho comprato uno proprio questo giovedì);
amo il Natale;
amo le decorazioni di Natale.
Ed a proposito di quest’ultimo punto dell’elenco i buoni propositi natalizi pretendono che io addobbi la mia libreria con luci colorate (preferenza dei miei genitori) o bianche (preferenza mia), che compri delle candele profumate con aromi che richiamano le feste e metta in risalto le mie palle di neve con babbo natale.
Voglio ricevere tanti libri, vi prego regalatemeli.

  • Le nuove collaborazioni

Questo mese ho iniziato una collaborazione con le CE
Marcos y Marcos
De Agostini
Piemme
Frassinelli
Tea
e non potrei essere più felice!

  • I libri in prestito da mia zia

Sappiamo tutti quanto sia “costoso” avere la passione per la lettura, e cerchiamo tutti delle scappatoie, quindi quando si presenta l’occasione di poter saccheggiare la libreria di una zia perché non fare il pieno?
Potete leggere in foto i titoli in questione.

Acquisizione a schermo intero 21112015 203623.bmp.jpg

  • La wishlist aggiornata con tutti i consigli di Katia (sognatriceinterrotta.blogspot.it) che ormai sappiamo avere i miei stessi, identici, spiaccicati gusti:

Il mondo in una stanza – J.L.Berg
Lo straordinario mondo di Ava Lavander – Lesley Walton
Il potere della lista – Claire Roxanne St.
Il confine di un attimo – J. A. Redmeski
Un giorno – David Nicholls
Va dove ti porta il cuore – Susanna Tamaro
La meccanica del cuore – Mathias Malzieu
In un milione di piccoli pezzi – James Frey
Sette minuti dopo la mezzanotte – Dawd Siobhan e Patrick Ness
Wintergirls – Laurie Halse Anderson
Novemila giorni e una sola notte – Jessica Brockmole
Una stanza piena di gente – Keyes Daniel
La bellezza delle piccole cose – Jason Mott
Quando meno te lo aspetti – Chiara Moscardelli
Tutto potrebbe andare molto peggio – Richard Ford
La misura della felicità – Gabrielle Zevin
Ho un castello nel cuore – Dodie Smith
Panic – Lauren Oliver
Ragazze che scompaiono – Lauren Oliver

  • La rivelazione

Ho bisogno di un e-reader. Qualcuno mi compri un Kindle Paperwhite o un iPad in retina in modo da non bruciarmi gli occhi. Ho troppi ebook dalle CE e dagli autori e troppa poca voglia di ammazzarmi la vista davanti al computer.
Che blogger librosa è una che non ha un e-reader?
Questa è stata la rivelazione del mese, assolutamente.

  • Il programma

Da metà ottobre a questa parte ho preso l’abitudine di segnare su un’agenda tutte le cose che riguardano il blog e OVVIAMENTE vi avviso che sta per arrivare un post di libri super super super natalizi.
Saranno tutte novità esclusive per sognatori di dicembre come me.

Le chiacchiere sono finite MA non posso mica concludere il post così.
Non ho scritto queste cose per non ricevere nulla in cambio, lo ammetto.
In realtà mi piacerebbe che anche voi mi scriveste le vostre novità librose di novembre qui sotto nei commenti, o che mi taggaste in dei post sui vostri blog… come un book tag ma senza impegno!
Parlare senza uno scopo, giusto per far sapere i fatti vostri agli altri, a volte può essere divertente!
Buon fine settimane a tutti, vi adoro perché siete sempre di più e mi seguite con tanta costanza, un bacio!

Cioccolato & Libri
Serena Saponaro

Recensione: Alfredo – Valentina D’Urbano

Vi ricordate “Il rumore dei tuoi passi“? Ma certo che sì.
Ne avevo parlato qui e già vi avevo detto quanto lo avessi amato. Era stato un voto 10, un 5 stelline, il massimo dei voti in tutti i sensi e mi ha lasciato sconvolta per un bel po’…

La carissima Valentina D’Urbano, non contenta di averci straziato con la versione di Beatrice, ha scritto anche il punto di vista di Alfredo. Quante lacrime ho versato secondo voi? E’ da ieri pomeriggio che non riesco a leggere altri libri.

«Nel 2010, chiusa nella mia stanza», racconta Valentina D’Urbano, «scrivevo Il rumore dei tuoi passi raccontando la storia dal punto di vista di Beatrice. Ma già mi domandavo che cosa stesse succedendo nella testa di Alfredo.» Così è nato questo libro, come un regalo per sé (per il suo trentesimo compleanno) e per i suoi lettori, che volevano sapere di più di Alfredo. Una specie di «ritorno a casa».

9788850241705_alfredo

Alla Fortezza – il quartiere senza identità, con l’asfalto riarso dal sole e spaccato dal gelo, e i palazzi dall’intonaco ruvido e sbrecciato – tutti li chiamano «i gemelli». Perché da sempre Beatrice e Alfredo sono inseparabili, come fratelli appunto. O forse qualcosa di più? La loro storia, struggente e tragica, diventerà quasi una leggenda nel quartiere. Ma a narrarla finora è stata soltanto Bea, la metà più forte dei «gemelli», la ragazza cui bastava sentire l’odore di Alfredo sulla maglietta verde che lei stessa gli aveva regalato per sapere che lui ci sarebbe sempre stato. La giovane donna che ha lottato fino alla fine per sentire il rumore, inconfondibile, dei suoi passi. Questa invece è la storia della metà più debole dei «gemelli» e a raccontare l’arrivo alla Fortezza è Alfredo, in prima persona, con la sua voce, le sue fragilità, i suoi piccoli e grandi sogni così difficili da realizzare e così facili da infrangere. Fino all’incontro che gli cambierà la vita: quello con Beatrice.


Il punto di vista di Beatrice mi aveva turbato nel profondo perché è lei che perde Alfredo, è lei che rimane sola, lei che deve combattere per lui e poi andare avanti.
Il punto di vista di Alfredo, però, è stato anche peggio. Alfredo è quello che se ne va, quello che non riesce a resistere alle tentazioni sbagliate neanche per la persona che ama.
Gli ultimi due capitoli, poi, sono stati veramente assurdi. Dopo il primo libro ero stata tormentata da qualche domanda ma ce n’era una che mi attanagliava più di tutte: volevo sapere se Alfredo fosse consapevole di una certa cosa.
Lo era.
E penso che questo mi abbia distrutta più di tutto.
Anche questo libro, ovviamente, è un 10… ma penso di denunciare Valentina perché mi provoca dei danni morali assurdi.

Rebirth – I tredici giorni – Alessia Coppola // Recensione

L’Autrice

Alessia Coppola è una blogger, illustratrice e scrittrice pugliese. Dopo aver frequentato il liceo artistico della sua città, Brindisi, ha proseguito gli studi presso la Facoltà di Beni Culturali, per poi trasferirsi a quella di filosofia e ancora in sociologia con indirizzo criminologia. Durante gli anni dello studio, si è dedicata alla scrittura, pubblicando nel 2005 Pensieri nel Vento, raccolta di poesie edita da Kimerik Edizioni. Nel 2009 è venuta alla luce la seconda raccolta di poesie Canto di Te per Damiano Edizioni. Dal 2009 a oggi ha collaborato attivamente con editori, blog e riviste, come articolista e illustratrice. Nel 2012 è stata la volta di Le Avventure di Billino lo Stregatto pubblicato da Wip Edizioni, una favola moderna per bambini, corredata da illustrazioni. Nel Natale 2014 verranno alla luce due raccolte di fiabe per l’infanzia. La prima, Coccole d’Inchiostro, per Parco Multimedia Edizioni e l’altra Tre Gemme nello Scrigno per Balsamo Edizioni. Nel febbraio del 2015 per conto di Edizioni il Ciliegio uscirà una raccolta di racconti gotici/horror/steampunk, dal titolo Oltre lo Specchio. Sempre per la stessa CE, nel novembre del 2015 verrà pubblicato un breve romanzo Fantasy per l’infanzia, dal titolo Eleanor e il Principe delle Ninfee. Per la Casa Editrice Dunwich, l’autrice pubblicherà presto altre opere.

Rebirth - I tredici giorni - Alessia Coppola

Trama: 

New Orleans, 1939 Le luci del teatro si spengono. Grace stempera il trucco di scena. Si specchia. Segue con lo sguardo una ruga. Si rende conto che il tempo scorre anche per lei. Ma lei non vuole invecchiare. Con il cuore in tumulto esce dal teatro. Ad attenderla c’è un uomo in nero che le promette l’eterna giovinezza. E se riuscisse davvero a impedirle di invecchiare? Grace stringe un patto con lui, ignorando che in realtà è un demone figlio della Morte. Un Chronat. Da questo momento, ha tredici giorni per fuggire. Se il demone riuscirà a trovarla prima della mezzanotte del tredicesimo giorno, lei apparterrà alle schiere della Morte e diventerà un Chronat a sua volta. In caso contrario, sarà libera. Ma il percorso che attende la seducente attrice è pregno di sorprese. Non ultima quella che la porterà tra le braccia di Ayku, custode designato per proteggerla dal Chronat. Tra creature angeliche dedite al Bene e demoni votati al Male, Grace si ritroverà per la prima volta nella sua vita a dover scendere a patti con il Destino… e a compiere la sua scelta.


Alessia Coppola è, come avete potuto leggere nella biografia, di Brindisi proprio come me. Potete immaginare, quindi, quanto mi abbia fatto piacere leggere questo suo libro. E’ scritto veramente bene, mi ha preso da morire e l’ho letto tutto d’un fiato. L’autrice ha saputo unire uno sfondo di New Orleans negli anni ’30 ad un’atmosfera fantasy da capogiro.

Quando ho iniziato a leggere delle vicende di Grace ho pensato ad un patto col diavolo, vendere la propria anima per ottenere qualcosa, ed è stato tutto organizzato nei minimi particolari. La protagonista ha solo tredici giorni per fuggire dal Chronat che la insegue e per fortuna incontra un buono, un Jupfer, di cui poi alla fine, inevitabilmente, lei si innamorerà con tutta se stessa… ma questo non significa per forza che la storia abbia un lieto fine!

Voto: 8 

<<Sono consapevole che per una creatura meravigliosa come te accettare il tempo sia difficile. Esso si annida tra le pieghe dei sorrisi, si artiglia nello sguardo. Passa e rabbuia i bagliori delle primavere. Ma anche gli inverni hanno il loro splendore. Il tuo incanto è un dono, ma alcuni doni vanno restituiti. La mera bellezza non è fatua come il frullio d’ali di un colibrì o fugace come un amore giovanile. Essa risiede nell’anima che, per sua natura, è immortale. La bellezza è l’incanto e lo stupore per i piccoli doni della vita; è l’accettazione del tempo; è l’amore per se stessi; è la compassione, la comprensione. Tutto è bello e niente è bello. Dipende dagli occhi con i quali si osserva il mondo.>>

Quando all’alba saremo vicini – Kristin Harmel // Recensione

911oRhfg-nL._SL1500_

Trama:

È quasi sera, l’aria è tiepida e le sfavillanti luci della Quarantottesima strada si stanno accendendo una per una. A Kate sembra quasi che stiano indicando il percorso del suo cammino. Non le manca proprio niente per essere di nuovo felice: ama il suo lavoro di musicoterapeuta e, a casa, il suo compagno Dan la sta aspettando per portarla alla grande festa che ha organizzato per festeggiare il loro fidanzamento. Ma anche se non riesce a confessarlo nemmeno a sé stessa, Kate non ha ancora superato il dolore che si nasconde nel suo passato. Perché dodici anni prima l’uomo che amava più di tutti al mondo, Patrick, suo marito, se n’era andato, all’improvviso, proprio prima di confidarle un segreto che avrebbe cambiato per sempre la loro vita. Kate non è mai riuscita a scoprire di cosa si trattasse. Eppure adesso, quando tutto sembra lontano, Patrick inizia ad apparirle in sogno. È insieme a una bambina, e stanno cercando di dirle qualcosa. All’inizio Kate crede sia solo un incubo. Ma quando per caso conosce una bambina identica a quella del sogno, capisce di non potere più ignorare il passato. Perché negli occhi di quella ragazzina si nasconde una rivelazione sconvolgente, un segreto lontano, forse lo stesso che Patrick avrebbe voluto rivelarle anni prima. E che forse adesso può far guardare Kate al futuro con occhi nuovi. Occhi pieni di luce e gioia, come quelli che brillano di fronte a una nuova alba.

Titolo: Quando all’alba saremo vicini
Autore: Kristin Harmel
Editore: Garzanti
Pagine: 326
Prezzo: 16,40€
Uscita: 8 ottobre 2015


Per una copertina così bella, deve esserci per forza una bella storia da leggere.

E’ un libro molto triste: la protagonista ha perso suo marito dodici anni prima e noi impariamo a conoscere la loro vita insieme grazie a dei sogni.
Kate comincia a sognare suo marito, e la figlia che avrebbero dovuto avere insieme, proprio quando riceve la proposta di matrimonio dal suo nuovo fidanzato Dan… Che sia un segno?
A lei sembra normale, comincia a spiegarsi tutto questo come ansia pre-matrimoniale, ma le cose si complicano quando i sogni cominciano a sembrare più reali di quanto credesse.
Le cose che vede succedono nella realtà, come se qualcuno stesse tentando di mandarle un messaggio.
Kate è una musicoterapista e decide di frequentare un corso di linguaggio ASL dopo che scopre che sua figlia, o almeno quella che vede nel sogno, è sorda. Conoscerà il professore, Andrew, e dei bambini sordi dati in affidamento con cui comincerà a portare avanti i suoi metodi terapeutici ed ai quali si affezionerà molto.

Questa storia è profonda al punto giusto, fa conoscere una realtà dalla quale non sempre ci sentiamo toccati e fa tremare il cuore.

Voto: 8 e mezzo. ❤

Libri di sogni: FIREBIRD la caccia – Claudia Gray

Senza nome

Scoprite di più sulla collaborazione cliccando qui: LIBRI DI SOGNI.

CNark-7UAAAdGKQ

Titolo: FIREBIRD – La caccia
Autore: Claudia Gray
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Pagine: 332
Prezzo: 16,00€

Trama:

Marguerite Caine è cresciuta respirando intorno a sé le teorie scientifiche più all’avanguardia. I suoi genitori, infatti, sono due famosi scienziati che sono riusciti a realizzare la macchina più stupefacente di tutti i tempi: il Firebird. Si tratta di un congegno che permette di viaggiare in dimensioni parallele, basandosi sulla teoria che esistono infiniti universi, che sono poi quelli delle possibilità. Ciò che non è stato in questo mondo si è certamente realizzato in uno degli altri.
Il padre di Marguerite, però, è misteriosamente scomparso. Sembra che a ucciderlo sia stato Paul, uno degli assistenti, che è poi fuggito impunito in un’altra dimensione, portando via con sé tutti i dati relativi al Firebird. Marguerite si lancia alla ricerca del padre e grazie a Theo, uno studente di fisica che l’aiuta nell’impresa, riesce a ingaggiare una caccia all’uomo pluri-dimensionale, tra una Londra del futuro, una Russia ai tempi dello Zar e un mondo sottomarino… Le vite sono mille. Mille le possibilità. Ma il destino è uno soltanto.


La recensione di Cioccolato e Libri:

Il libro parte in modo confuso: la storia è già iniziata e sembra quasi che questo non sia il primo libro di una serie, ma un seguito. Quando lo finisci pensi a quello che hai letto e ti rendi conto che il primo capitolo non sai dove inserirlo nella storia, in effetti penso che non si inserisca affatto!
Poi vai avanti e i personaggi diventano più chiari insieme alla storia, ti trovi nel bel mezzo di un fantasy degno di essere chiamato tale e muori dalla voglia di sapere chi è il “cattivo” di turno. C’è un triangolo amoroso già nelle prime pagine, tra Meg, Theo e Paul, e inevitabilmente ti trovi a fare il tifo un po’ per uno, un po’ per l’altro… ma sappiamo che alla fine potrà decidere solo Marguerite!
Tante dimensioni diverse si succedono, tanti percorsi, tante dimostrazioni di come sarebbe andata la vita con qualche decisione presa diversamente. Ogni volta che ti trovi a un bivio si crea una dimensione diversa.
Marguerite, Theo, Paul e qualcun altro si addentreranno in questo viaggio e porteranno con loro i lettori che saranno completamente persi nelle pagine.
Io non sono riuscita a staccarmi!
Il mio voto è 9♥ aspettando con ansia il seguito che in America è uscito da poco e si chiama “Ten thousand skies above you”


La recensione di Sognatrice Interrotta:
Il blog: http://www.sognatriceinterrotta.blogspot.it

Questo primo capitolo della nuova trilogia di Claudia Gray mi ha piacevolmente colpita e ho trovato l’idea molto originale, nonostante, la tematica del “multiverso” si è trattata anche in altri libri. La nostra protagonista Marguerite si ritroverà a viaggiare attraverso altri mondi paralleli al suo prendendo il corpo di altre versioni di se stessa. L’ambientazione che più mi è piaciuta è stata quella della Russia e dello Zar e soprattutto in questo viaggio, Meg, si ritroverà ad entrare molto in sintonia con la vita della figlia dello Zar. La capacità di Meg, non è solo quella di viaggiare ma di entrare in armonia con le altre sue versioni sparse nei multiversi e forse, in un certo senso, assorbirà molto di loro rendendosi conto di quanto siano simili nonostante la diversità della vita o della loro situazione. La caccia al mistero legato al padre sarà movimentata e renderà chiaro il progetto dei suoi genitori e del firebird. Nella storia troveremo anche un piccolo triangolo amoroso che però non disturberà minimamente e non prenderà troppo l’attenzione. I due personaggi maschili sono molto diversi fra loro, Theo è il tipico bad boy mentre Paul sembra apparire come un ragazzo intelligente ma riservato. In questo libro si parla molto di futuro, scoperte scientifiche e famiglia. La famiglia viene vista anche nei vari universi paralleli che attraverseranno per cercare la verità. La lettura è molto scorrevole e l’autrice ha saputo costruire e sviluppare un’idea davvero interessante. Le varie ambientazioni spiccano per la loro diversità, sia per quanto riguarda i caratteri sia per l’epoca. Personalmente mi è piaciuto molto e non vedo l’ora di leggere i seguiti. Claudia Gray si dimostra ancora una volta molto brava come autrice in grado di scrivere storie ben strutturate, coinvolgenti e leggere. Consigliatissimo.

11994258_10207386157513077_1162226688_n