Recensione: Nessuno è come te – Laurie Halse Anderson

Recensioni di altri libri dell’autrice:
Speak – Le parole non dette;
Le emozioni difettose;
Così leggere da bucare le nuvole – Wintergirls.

nessuno

Trama:

Tyler Miller era il tipico ragazzo medio, poco brillante negli studi, con una famiglia disfunzionale alle spalle e poco capace di attirare l’attenzione su di sé. Ma quando viene arrestato per aver fatto dei graffiti sui muri della scuola, è costretto a trascorrere l’estate lavorando per ripagare il danno commesso. E mai una trasformazione è stata così repentina. Tyler si trasforma, come una farfalla che esce dal suo bozzolo, cresce e diventa un uomo nel giro di poche settimane. Il suo nuovo fisico scattante e muscoloso attira l’attenzione di Bethanie Milbury, figlia del capo di suo padre e sorella della sua più grande nemica Chip, che è anche la ragazza per cui batte segretamente il cuore di Tyler. Bethanie sa quello che vuole ed è disposta a tutto pur di ottenerlo, anche a far infuriare la sorella. Il suo comportamento scatenerà una serie di eventi e cambiamenti che metteranno Tyler di fronte a scelte importanti. Non c’è più tempo per rimandare e il giovane dovrà capire chi vuole essere veramente a scuola, in famiglia e nella vita e questo sarà più difficile e doloroso di quanto potesse immaginare…


Eccola qui: una Anderson diversa. Non si può certo dire che questa storia segua il solito stile dell’autrice. Se c’è un libro al quale si avvicina un po’ di più è “Le emozioni difettose”.
Caratteristica tipica delle trame di Laurie è il disagio e ovviamente in questo libro non manca.
Tyler è un ragazzo che è sempre stato un po’ uno sfigato, ma improvvisamente diventa un delinquente. Anche il suo fisico, per via dei lavori socialmente utili svolti in seguito ad un reato, è cambiato. Per questo Bethany, ragazza più popolare della scuola, comincia ad avvicinarsi a lui.
Nel mentre, però, assistiamo anche allo sfondo familiare di Tyler.
La sorella Hannah è una complice, una persona di cui lui si può fidare; il padre è un pessimo genitore che non sta mai in casa e sbraita in continuazione e la madre è una succube di quest’uomo che non fa altro che dirle di stare zitta.
Mentre Bethany sembra essere sempre più interessata a Tyler, lui crede di dover fare di tutto per conquistarla. Purtroppo, però, Bethany è pur sempre una ragazza popolare… non può certo cambiare la sua natura! Tyler si ritrova in mezzo ad un inferno e non sa più a cosa aggrapparsi. Avendo la reputazione di ragazzaccio, tutti sospettano di lui quando a scuola avviene un brutto fatto, ma lui è innocente. Nessuno gli crede, persino i suoi genitori lo guardano e lo incolpano.
I problemi di Tyler, quindi, sono la caratteristica che si tramanda di libro in libro per la Anderson, ma troviamo anche qualcosa di nuovo: il sarcasmo. Da che ricordo non l’ha quasi mai usato, mentre questo libro ne è pieno. L’ho trovato completamente diverso come stile di narrazione, più scorrevole e veloce.

Questo libro mi è piaciuto molto, anche se non posso dire che entrerà nel mio cuore come altre opere dell’autrice. Voto: 8 e mezzo.

Le emozioni difettose – Laurie Halse Anderson // Recensione

Libri di Laurie Halse Anderson precedentemente recensiti:

CopEmozioniDifettose.jpg

Trama:

Kate Malone frequenta l’ultimo anno di liceo ed è bravissima in chimica. Ha fatto domanda di ammissione all’università più importante del paese e, in attesa della lettera di risposta, corre a più non posso, di notte e di giorno.
Corre per punirsi, per annullarsi, per non sentire l’ansia e la rabbia che le aggrovigliano le viscere e per fuggire da quel dolore che ha il nome di sua madre, morta molti anni prima.
Quando però la casa dei vicini viene distrutta da un incendio, Kate è costretta a fermarsi per affrontare con coraggio se stessa e una realtà del tutto inaspettata. Un’altra prova magistrale di Laurie Halse Anderson, scrittrice pluripremiata e considerata una delle dieci autrici di YA più influenti nel mondo, tra le pochissime capaci di descrivere il complicato universo dei teenager.


Come avete potuto capire da ciò che ho scritto all’inizio, questo è il mio terzo romanzo dell’autrice Laurie Halse Anderson.
Se ho deciso di leggerne tre, fino ad oggi, è perché quest’autrice mi ha colpita dall’inizio.
Parla delle emozioni dei teenager, come è scritto anche nella trama, in maniera meticolosa, reale e struggente.

In questo caso, appunto, il libro ha un titolo che recita “Le emozioni difettose”, ma perché difettose?
Forse perché Kate è fissata con la chimica e con la matematica, perché le sembrano fissate su pilastri che sono sempre quelli e non cambiano mai.
Forse perché Kate è fissata con la corsa che è tutta un “respira, respira, fai un passo, un altro, respira” e le permette di non pensare a niente.
Forse perché, invece, le emozioni sono così inaspettate e così cangianti da renderle “difettose”.

Sua madre è morta di polmonite, suo fratello ha una tosse che le ricorda troppi spiacevoli momenti, suo padre è il pastore della chiesa e crede che tutte le risposte saranno trovate in gesù… ma la risposta che Kate sta aspettando, quella dal college, proprio non si decide ad arrivare.

Un incendio devasterà la casa dei suoi vicini e questi dovranno trasferirsi a casa di Kate. Qual è il problema? Dei vicini fa parte Teri, una ragazza che picchiava Kate da piccola, il suo fratellino che non sa parlare bene e russa di notte ed una madre che ha perso la ragione in seguito ad un aggressione da parte del marito.

Un mix delle emozioni di Kate, di Teri, delle famiglie di entrambe e di una morte sconvolgente vi farà venire il groppo in gola.

Voto: 8 e mezzo