Recensione: Beautiful – Alyssa Sheinmel

29351501

Trama:

Maisie è, a detta di tutti, una ragazza carina e fortunata. Ha una vita normale, una famiglia e un fidanzato che le vogliono bene e una passione per la corsa. Una mattina però, mentre si allena, la sua esistenza cambia in modo drammatico. Vittima di un incidente, si ritrova con il viso deturpato e, anche se potrà sottoporsi a un importante intervento chirurgico, non sarà per nulla semplice, dopo, riconoscersi e ritrovare se stessa. Alyssa Sheinmel, scrittrice apprezzata dalla critica, tratta un tema importante con una scrittura potente, raccontando il dramma di una ragazza che cerca di ricostruire la propria identità, punto di partenza per poter rinascere.

Un incidente
Un volto sfigurato
Un romanzo autentico, bello come la sua protagonista


Maisie è stata sfigurata da un incendio di natura elettrica.
Le sue guancie, il suo naso ed il suo mento sono andati totalmente bruciati.
Non esistono più.
Maisie subisce un trapianto facciale.
“Fortunatamente” una ragazza è morta e ha potuto donarle la faccia. “Fortunatamente” Maisie, in quell’incidente, non è morta. Adesso la sua vita è un continuo susseguirsi di persone che le dicono quanto sia fortunata.

Maisie non si sente fortunata.
Ha la faccia di una sconosciuta che sogna la notte. Ha gli incubi immaginando la donna che è morta per donarle il volto. Certo, sarebbe morta lo stesso, lo sa.
Maisie non è più la stessa di prima: non può più andare a correre, stare con il suo fidanzato senza sentirsi in colpa, trattare bene i suoi amici.
Sua madre la opprime, la spinge a fare cose che non vuole.
La sua migliore amica fa finta che le sue cicatrici non ci siano.
Tutti la guardano come se fosse un mostro.

Lei si sente un mostro.

Un romanzo che si concentra molto sugli aspetti psicologici di un trapianto, sui sentimenti che può provare una ragazza quando si sveglia da un coma e scopre che nulla sarà più come prima.
Tutti sanno com’era la sua vecchia faccia e continuano a cercarla, quando la guardano.
Anche Maisie continua a cercarla.
Ma quella faccia non esiste più.

Voto: 8 e mezzo

Dai libri ai film: Meno male che ci sei – Maria Daniela Raineri

2480920Trama: 

Allegra ha diciassette anni e a volte si sente trasparente. I suoi genitori la trascurano, le compagne la escludono e Gabriele, il ragazzo perfetto di cui è innamorata, la tratta come una sorellina minore e sembra più interessato a una “vecchia” universitaria ventenne. Luisa ha trentacinque anni. Lavora in banca, è single ed è tormentata da un mutuo trentennale e da una relazione sbagliatissima con un uomo sposato. Allegra e Luisa non si conoscono, ma lo stesso incidente cambia la vita di entrambe. Allegra rimane orfana e Luisa perde l’uomo che ama, il padre di Allegra. Dopo la tragedia le due si incontrano per la prima volta, diventano amiche, si aiutano ad andare avanti. Luisa si mette alla prova come mamma/sorella maggiore e Allegra ha la sensazione di far di nuovo parte di una famiglia. Con il tempo, le cose iniziano ad andare bene. Allegra riesce a conquistare il suo Gabriele e anche Luisa si lascia sedurre da Giovanni, fascinoso “ragazzo” di quarant’anni. Quando la relazione tra Luisa e Giovanni inizia a farsi seria, Allegra, terrorizzata dall’idea di restare sola un’altra volta, entra in crisi. In una corsa in discesa, fatta di assurde gelosie e scelte sbagliate, Allegra allontana da sé tutte le persone che ama. Ma per fortuna le amiche vere restano e, dopo un periodo buio, Allegra e Luisa si ritrovano. Cambiate, ferite, ma ancora capaci di essere amiche e finalmente pronte (tutte e due!) a diventare grandi per davvero.

Trailer film:

Ho completamente amato il rapporto tra Luisa e Allegra, in egual modo in libro e film.

Voto libro: 8 e mezzo
Voto film: 8

 

Nemmeno in paradiso – Chelsey Philpot // Recensione

Nemmeno-in-paradiso-698x1024

Charlotte Ryder sa già tutto sul conto di Julia Buchanan prima ancora di conoscerla. Prima ancora di doverla ospitare una notte in camera sua, nel dormitorio del St. Anne College. I Buchanan sono il tipo di famiglia che non passa inosservata. Persino la preside Mulcaster è solita interrompere a metà un discorso per guardarli scendere, uno dopo l’altro, dalla loro lussuosa macchina nera. Per i Buchanan frequentare il St. Anne è come vivere in un acquario: tutti sanno tutto di loro. O almeno così crede Charlotte. Ma quello che non si aspetta, arrivando al St. Anne dal lontano New Hampshire, è di poter diventare la migliore amica di Julia Buchanan. Di essere inghiottita nel suo mondo abbagliante, fatto di feste ininterrotte, fiumi di champagne, appuntamenti notturni e incontri segreti. Un mondo in cui all’improvviso anche l’amore sembra a portata di mano. Perché quando Charlotte conosce Sebastian, il fratello di Julia, crede di avere finalmente tutto ciò che ha sempre desiderato. Presto però l’idillio si spezza. E davanti agli occhi di Charlotte si spalanca una tragedia. Un terribile segreto annidato dietro lo sfarzo che illumina le esistenze dei magnifici Buchanan…

Titolo: Nemmeno in paradiso
Autrice: Chelsey Philpot
Editore: De Agostini
Prezzo: 14,90 €
Pagine: 342

Quanto amo i libri così da 1 a 10 secondo voi?
La risposta corretta è 9 e mezzo !

Se dovessi indicare un momento preciso, stabilire l’istante esatto in cui accadde, direi che fu quella sera, quando Julia, Sebastian e Cordelia, l’uno accanto all’altra, sfidarono chiunque a dire qualsiasi cosa a uno loro. Fu quella sera che mi innamorai dei Buchanan.
E, insieme a Charlotte Ryder, ce ne innamoriamo un po’ tutti.
I Buchanan sono perfetti, hanno case perfette, amicizie perfette e caratteri perfetti… non fosse per un segreto che custodiscono gelosamente.
<<Tutti hanno qualcosa da nascondere, giusto?>>
Hanno perso una figlia, Augustine, in seguito ad un incidente stradale e tutti, soprattutto Julia, ne sono rimasti sconvolti.
Julia era in macchina con sua sorella e il fidanzato di quest’ultima, David, ma si è salvata.
La ragazza è omosessuale, piena di gioia, è sempre allegra e un po’ pazza… ma in realtà dietro tutta la felicità nasconde un mare di tristezza.
Nel libro si parla di un equilibrio delle sue emozioni, non possono esistere quelle positive senza le negative.
Julia e Charlotte diventano amiche una notte a scuola e da allora sono inseparabili.
<<Contra mundum?>>
<<Contra mundum.>>
Charlotte viene invitata anche ad Arcadia, una residenza dei Buchanan, e conosce tutti tanto da diventare quasi un nuovo membro della famiglia.
Loro la trattano come tale, le comprano vestiti e le chiedono favori.
La cosa è da subito molto sospetta perché i Buchanan contano su Charlotte per la cura della sanità mentale di Julia: è per questo che il lettore si chiede dalle prime pagine cosa ci sia di strano nella storia.
Perché Julia ha bisogno di Charlotte?
Sebastian Buchanan da subito conquista il cuore della protagonista e immediatamente Charlie si troverà ad essere completamente innamorata di tutta la famiglia.
Ma questo non significa che sia tutto rose e fiori.
I Buchanan, in realtà, sono segnati da grosse sofferenze.
Conoscevano troppo da vicino la morte, e si aggrappavano alla vita aggrappandosi l’uno all’altro.
Il mio voto per questo libro è 9 e mezzo ( ma ve lo avevo già anticipato ) ed adesso, scrivendo la recensione, mi trovo in una completa sensazione di nostalgia per i personaggi.
Li rivoglio con me ora e subito.