Recensione: The Lonely Hearts Club – Elizabeth Eulberg

61x50-wEKpL

Penny Lane è stufa dei ragazzi e stufa di uscire con loro, quindi ha deciso: basta. Infiniti appuntamenti noiosi e troppi inutili fidanzamenti le hanno fatto collezionare una delusione dopo l’altra. Ben presto, però, molte delle sue compagne sono incuriosite dalla sua scelta personale: sembra infatti che Penny non sia l’unica a non volerne più sapere dei ragazzi. Nella sua scuola la voglia di smettere di fare qualunque cosa per piacere al ragazzo dei propri sogni si sta diffondendo a macchia d’olio. Di qui, la decisione di dare una forma e uno statuto a questa ritrovata indipendenza dagli affari di cuore: le ragazze “liberate” dai condizionamenti dell’amore decidono così di fondare il Lonely Hearts Club. Penny Lane, la prima ad aver lanciato l’orgogliosa “moda del cuore solitario”, ne sarà la leader. Peccato, però, che un giorno incontra un ragazzo che ne mette a dura prova le convinzioni…


 

Dopo aver letto questo libro la mia domanda è solo una: perché cavolo non è famoso?
Trovarlo è stato semplicemente un colpo di fortuna.
Girovagavo su Goodreads, tra i vari libri candidati ai premi durante gli ultimi anni, e mi sono imbattuta in Elizabeth Eulberg. Non sapevo se le sue opere fossero state tradotte in Italia, così ho cercato… ed ho trovato “The Lonely Hearts Club”.
E chi lo aveva mai sentito nominare? Non io, di certo!

Questo libro è così bello che non so neanche da dove cominciare a parlarvene.
Lo consiglio soprattutto a chi ha amato, come me, “Quanto ti ho odiato” di Kody Keplinger e “Tutte le volte che ho scritto ti amo” di Jenny Han.

Sin dalla prima pagina mi sono trovata subito coinvolta, ho continuato a girarle una dopo l’altra e l’ho praticamente divorato.

Penny Lane ha passato, per tutta la vita, le sue estati con Nate.
Nate è figlio di una coppia di amici dei genitori di Penny Lane e, in estate, vive nel seminterrato di casa sua.
Inevitabilmente, crescendo, i due cominciano ad avere una relazione ma tutti i sogni si infrangono quando lui la tradisce.

Penny Lane non vuole più sentir parlare di ragazzi: fonda il “Lonely Hearts Club”.

Tutto in questo libro fa riferimento ai Beatles: la copertina, il nome del club, persino il nome della protagonista stessa.

Pian piano tutte le ragazze della scuola vogliono unirsi al club di Penny Lane, ma la storia non è solo questa.

Molte delle ragazze, dopo aver dato la loro adesione, cominciano un vero e proprio processo di cambiamento. Chi non ha mai avuto il coraggio di seguire i propri sogni, comincia a farlo; chi non ha mai avuto il coraggio di ammettere i propri problemi, comincia a trovare delle soluzioni.

Questo è un libro che parla di crescite personali, di come le ragazze si “annullino”, a volte, solo per far contenti le altre persone e, nello specifico, i ragazzi.

Vedremo come la popolazione maschile del liceo di Penny Lane si rivolterà contro le usanze del club, come le ragazze impareranno a dare un grande valore alla loro amicizia e come le cose si guardano in modo diverso dopo aver subito una grande delusione.

Il divertimento non mancherà mai: questa storia ed i personaggi fanno sorridere in continuazione. Ho adorato tutti, dal primo all’ultimo.

Ovviamente il fatto che il club sia per cuori solitari non escluderà la presenza di ragazzi!

Voto: 9 e mezzo.

Saga Trylle – Amanda Hocking // Recensione

image

Cosa faresti se scoprissi che il tuo mondo è costruito sulla menzogna?

Wendy Everly ha diciassette anni, capelli sempre arruffati e un carattere insolitamente difficile. Vive con il fratello e la zia in una piccola, noiosa cittadina di provincia. La madre è ricoverata in una clinica psichiatrica, da quando ha tentato di uccidere la figlia il giorno del suo sesto compleanno. È stato allora che Wendy le ha sentito pronunciare per la prima volta un’accusa terribile: di avere in qualche modo preso, alla nascita, il posto del suo vero figlio.
Adesso le giornate di Wendy trascorrono pigre, tra un liceo dove non s’impara nulla di davvero eccitante e una vita sociale e famigliare prevedibile e monotona, quando va bene.
Condizionare le azioni altrui con la forza del pensiero potrebbe essere un modo per scacciare la noia, ed è proprio quel che le capita e che non sa spiegare. Uno strano potere che viene da lontano ma di cui lei non può ricordare l’origine.
A offrirle una conturbante risposta sarà Finn, un affascinante ragazzo da poco in città che si manifesta una notte alla finestra della sua stanza. È infatti lui che le rivelerà la sua vera identità di changeling e le dischiuderà le porte di un mondo attraente e sconosciuto, duro e sconvolgente, dove la magia è di casa.
Un mondo percorso da insidie cui Wendy scopre dolorosamente di appartenere, e dovr le è riservato un destino più grande di quanto lei possa immaginare.

Trilogia composta da Switched, Torn e Ascend, prende dalla prima pagina e non riesci più a staccarti. Se avete intenzione di leggere un fantasy, una saga economica (quelli che ho io vengono 9.90€ ciascuno), qualcosa che vi prenda e vi faccia entrare in un nuovo mondo… questa saga fa per voi!
Vi consiglio di fare come me, andate sul sito fazieditore e cliccate sulla voce ‘Lain’. Troverete una serie di libri fantasy e di alcuni di quelli potrete leggere qualche capitolo in anteprima, è il caso di Switched.
Io trovo che questa cosa sia una genialata! Mi sono trovata su quel sito per controllare, tempo fa, se fosse o no uscito l’ultimo capitolo di una saga della collana lain che stavo leggendo, e mi sono imbattuta in Switched e nella sua anteprima… dopo qualche pagina avevo già capito che quella saga doveva essere mia!
La copertina è meravigliosa, credetemi, la adorerete… ti trasporta in un altro mondo. Potrete trovare in giro anche dei book trailer dei libri, cosa che serve a immaginare meglio le ambientazioni ed i personaggi.
La storia, in sè, è ben costruita. Non voglio darvi spoiler sui seguiti del primo libro e quindi come al solito lascio solo la trama iniziale, però vi dico che la protagonista affronterá tante tante peripezie e che, per quanto riguarda le questioni di cuore, prenderà delle decisioni tutt’altro che prevedibili!
Troll, goblin, umani: tutti uniti sotto la stessa favola.
Godetevela.

WICKED LOVELY – MELISSA MARR (Serie Fantasy 5 libri ) // Recensione

<<Esseri fatati. Mi seguono degli esseri fatati>>…
Non l’aveva mai detto a nessuno.
Era una delle regole su cui la nonna si era sempre dimostrata inflessibile.
Non puoi mai sapere se ti stanno ascoltando.
Non puoi mai sapere se sono nascosti da qualche parte.

305234Aislinn vive con la nonna in una cittadina della provincia americana. La sua vita assomiglia a quella di milioni di ragazze, se non fosse per un aspetto: ha il potere di vedere le fate. Fate malvagie che infestano la città, creature pagane, maliziose e lascive che si presentano in bande a fare dispetti, divertendosi alle spalle degli umani.
Aislinn ha imparato a proteggersi a loro facendo finta di non vedere, seguendo i saggi consigli della nonna: non guardare le fate invisibili, non rivolgere loro la parola e, soprattutto, non attirare mai la loro attenzione. Ma quando alcuni esseri fatati cominciano a seguirla da vicino, le regole diventano impossibili da rispettare e lei confessa il suo segreto alla persona più cara che ha: Seth, diciotto anni, piercing e un vecchio vagone di un treno abbandonato come casa, un ragazzo verso cui prova sentimenti profondi che vanno al di là dell’amicizia. Il loro legame sarà messo a dura prova da Keenan, Re dell’Estate e guida del Regno Fatato, che vede in Aislinn la prescelta, destinata a diventare la compagna della sua vita. Per lei diventa sempre più difficile allontanarlo, resistere alla sua bellezza abbagliante, ignorare quella strana e calda alchimia che la scuote in ogni parte. Il cuore di Aislinn è diviso: dovrà fare la sua scelta, in un emozionante conflitto tra amore eterno e amore terreno.


Non sto qui a parlarvi dei seguiti perché ogni trama dei seguiti, ovviamente, rovinerebbe qualche aspetto dei libri precedenti ( nel caso abbiate intenzione di leggere questa saga fantastica ).
E’ stata la prima saga fantasy che ho letto, in realtà il primo libro “serio” che ho letto ( prima avevo letto solo cose per la scuola, la mia avventura da lettrice accanita è cominciata così )  e mi è piaciuta veramente tanto. Per finirla tutta ci ho messo ben 5 anni e se non mi fosse piaciuta, credetemi, l’avrei mollata!


I seguiti sono:
– Ink Exchange
– Fragile Eternity
– Radiant Shadows
– Darkest Mercy

Buona lettura, miei lettori ❤

Cat Patrick – Il diario di London Lane // Recensione

Cosa accadrebbe se ogni giorno ci svegliassimo senza alcuna memoria del nostro passato, se i nostri ricordi non fossero altro che frammenti di futuro?

ildiariolondon lane

London Lane ha sedici anni e ogni volta che si addormenta sa che al risveglio, l’indomani mattina, il suo mondo sarà svanito. Perché esattamente alle 4.33 di ogni notte la sua memoria cancella le tracce del passato e tutto ciò che la ragazza può ricordare sono cangianti immagini del suo futuro. London riesce tuttavia ad avere una vita quasi normale con l’aiuto della madre, della sua migliore amica Jamie e soprattutto grazie al suo diario, i foglietti dove appunta tutto ciò che accade durante le sue giornate.

Ma basta poco, come scoprire che il cellulare dove si è segnata cosa la aspetti a scuola è scarico, per far precipitare London in un mondo imprevedibile.
E proprio durante una inattesa esercitazione antincendio del suo liceo conosce Luke Henry, un ragazzo gentile che lei non vuole proprio dimenticare, per nessun motivo.
Tutto però assume una piega inquietante, quando London comincia a essere tormentata da incubi che sembrano provenire da un passato sconosciuto ma famigliare, e ad avere strane visioni del suo futuro, un futuro in cui Luke non c’è.

Una grande storia d’amore, due personaggi affini che per non perdersi dovranno ritrovare le remote tracce di una memoria interrotta da eventi misteriosi.

E proprio uno di questi eventi è la causa scatenante della strana situazione di London Lane, del suo diario dove appunta giorno dopo giorno tutte le cose che, leggendo, deve ricordare per forza. La domanda è ovvia: perché Luke non è nel suo futuro? Perché London non riesce a vederlo?

Libro MERAVIGLIOSO. Voto: 9