Recensione: Tutta la pioggia del cielo – Angela Contini

Hola!!!

Oggi vi saluto così, sapete che sono un po’ fuori di testa.
Ragazze/i, ma lo sapete che sono arrivati i nuovi First della Newton Compton Editori?
E lo sapete che sono in offerta a 6,90€?
E lo sapete che non potete perderli?

Io oggi vi parlo di Tutta la pioggia del cielo di Angela Contini, pubblicato precedentemente self, ad oggi nelle mie mani grazie alla Newton. ♥
tutta-la-pioggia-del-cielo_7887_x1000

Trama

Lui odia le scemenze, è vegano e innamorato della natura. Lei odia le rane, ha paura degli animali e quando si mette in testa una cosa non c’è verso di farle cambiare idea. Victoria è una scrittrice di successo in crisi creativa. Il suo agente, per aiutarla a superare l’impasse, la spedisce da Chicago in una tranquilla fattoria nel Vermont, dove il silenzio è l’unica cosa che non manca. Nath è di una bellezza selvaggia, ma burbero e scostante fino alla maleducazione. Ha deciso di rinunciare a un lavoro prestigioso per dedicarsi alla vecchia fattoria del padre, anche se è sempre più schiacciato dai debiti. Perciò la sorella Susan gli propone di affittare una stanza a una ragazza di città con il blocco dello scrittore che, assicura, non gli darà alcun fastidio. E invece i guai, sotto forma di un viso pieno di lentiggini e inappropriati tacchi alti, stanno per arrivare…


Recensione

Avevo adocchiato questo libro già quando era in versione self, lo avevo visto sia su Amazon che su Facebook e ne parlavano tutti benissimo. Poi ho letto la notizia della pubblicazione via casa editrice e mi sono detta di aspettare a leggerlo, volevo avere il prodotto finito.
Questa è stata una lettura stupenda.
In questo libro incontriamo due protagonisti principali: Nath e Victoria. Entrambi hanno le loro vite, abitudini, fissazioni e diversità. Sono due pianeti lontani e si può pensare che non si incontreranno mai.
Il destino, però, vuole che Nath e Victoria comincino a vivere sotto lo stesso tetto, a “sopportarsi”, ad abituarsi l’uno alla presenza dell’altra.
Lui è un uomo di campagna, lei una scrittrice. Cos’hanno in comune? Più di quanto credono, in realtà. Non funziona sempre così? Non diciamo sempre “non succederà mai” per poi accorgerci che le cose, effettivamente, sono successe?
Il bello di questo libro è che incrociamo il punto di vista di Nath, quello di Victoria e quello dei protagonisti del libro di Victoria. Lei si ispira a ciò che le succede, ai paesaggi che vede intorno a lei e inventa una storia che, inevitabilmente, parla dell’uomo che le sta rubando i pensieri.
La cosa che mi ha più colpito di questo libro sono le parole, le descrizioni, le frasi che ti straziano il cuore. A volte quest’autrice è stata capace di farmi sognare con qualcosa di semplice ma profondo.
Nelle prime pagine, ma anche verso la fine, incontriamo un’ironia che non potrà non farci sorridere, la trama è ben sviluppata ed i personaggi ben costruiti.
A mio parere Angela è riuscita perfettamente nel self-publishing e ha meritato assolutamente la pubblicazione tramite casa editrice.

Voto: 8 e mezzo

Segnalazione: Cupido in love. Un amore impossibile – Alessandro Mazzurana

Cupido in Love

Titolo: Cupido in Love – Un amore impossibile
Autore: Alessandro Mazzurana
Casa editrice: Self publishing
Genere: paranormal romance
Pagine: 222
Prezzo: € 0,99
Formato: e-book
Data di uscita: 10 febbraio 2016

Trama:

Leo è un giovane Cupido di Verona, consapevole del proprio ruolo e dei propri poteri. La sua vita è basata sul rispetto delle regole che ne derivano, con gli annessi privilegi o i conseguenti sacrifici. Deve favorire le infatuazioni e sposare una perfetta sconosciuta appena incontrata a Milano, per sistemare vecchi dissapori, sorti prima che entrambi nascessero, tra la sua famiglia di Cupidi e quella della futura sposa. È proprio tornando in treno dopo aver pranzato con la famiglia milanese che si imbatte in Luna, rimanendone affascinato come non dovrebbe accadere con una persona comune. Allora chi è questa ragazza che lo ha abbagliato pur mostrandosi da subito sgarbata e distaccata? È un’improbabile Cupida mai vista prima oppure fa parte dei Cinici, gli odiati nemici aventi obiettivi opposti a quelli dei Cupidi? Lo scoprirà nei giorni seguenti, così come verrà a conoscenza della ragione che sta all’origine del suo matrimonio combinato, mettendo a rischio equilibri consolidati e in dubbio il suo futuro designato, tra fughe e combattimenti, morti e rapimenti, passioni e innamoramenti in una Verona che sembra essere tornata ai celebrati fasti di Romeo e Giulietta.


 

L’autore:

Alessandro Mazzurana è nato e cresciuto a Merano (BZ). Ha nove tatuaggi sul proprio corpo che rappresentano alcune delle sue passioni più grandi: la scrittura, la musica rock/indie, l’Inghilterra e la città di Nottingham e sua figlia Amelie, nata il primo ottobre 2015.
Cupido in Love – Un amore impossibile – è la sua prima opera autopubblicata, disponibile in versione e-book.


 

Link di acquisto:

http://www.mondadoristore.it/Cupido-in-love-Alessandro-Mazzurana/eai978889332527/

http://www.amazon.it/Cupido-love-Alessandro-Mazzurana-ebook/dp/B01BN3TXF0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1456738778&sr=8-1&keywords=cupido+in+love

 

Ogni tuo silenzio – Laura Mercuri // Recensione

trasferimento

Emilia, 26 anni, arriva a Bren dall’Abruzzo, con un vecchio trolley scozzese e pochi soldi in tasca. In quel paesino da cartolina arrampicato tra le montagne di un Nord sconosciuto, cerca l’occasione per lasciarsi alle spalle il passato e ricominciare. Ma è l’amore che trova, quando il suo sguardo curioso si posa per la prima volta sul corpo alto e sottile di Aris, sugli occhi azzurrissimi, sui capelli biondi e ribelli. Aris è il falegname del paese, conduce una vita in sordina, appartata e un po’ misteriosa, ma i suoi silenzi nascondono torrenti di emozioni e tra le sue dita forti e nervose il legno assume forme perfette, sensuali. Lentamente, Emilia e Aris si abbandonano a un’attrazione profonda, che li consuma e li completa con la stessa dolce furia. Ma qualcosa o qualcuno nel loro passato lotta per riacciuffarli, mentre nuovi ostacoli sorgono a minacciare la loro felicità. Saprà il loro legame superare le menzogne e i tradimenti, vincere l’invidia e guarire la solitudine? Con un linguaggio semplice e schietto, Laura Mercuri racconta luci e ombre dell’animo umano in una favola moderna destinata a lasciare il segno nel cuore di ogni lettore.


 

Emilia è scappata dall’Abruzzo per non dover più sottostare ai voleri di un padre cattivo. Sua madre è morta e le ha lasciato qualcosa, così usa quei soldi per affittare una casa in un bosco a Bren, vicina ad un villaggio molto piccolo, di appena mille persone.
A Bren tutti si conoscono, tutti sanno tutto di tutti e, quando la vedono arrivare, sanno già che è una straniera.
I suoi capelli rossi saltano subito all’occhio, come il fatto che passando davanti alla vetrina di una falegnameria si sia fermata un attimo a guardare il ragazzo che ci lavora.
Lui è biondo e ha due occhi così azzurri da fare invidia al cielo, si chiama Aris.
Nessuno vede bene la relazione tra Aris ed Emilia perché Dora, la madre acquisita di lui, non vuole donne intorno a suo figlio. La gente l’ha sempre evitata, sin dal suo arrivo, ma quando Dora comincia a spargere voci su di lei tutti si allontanano ancora di più.
La gente è riluttante sul darle un lavoro, non vuole essere contagiata dalle voci.
Qualcuno, dopo aver fatto delle avance ad Emilia ed essere stato respinto, contribuisce ad aumentare l’odio del villaggio nei confronti della ragazza.
Solo Aris le resta sempre accanto, qualunque cosa succeda.
Ed Emilia vorrebbe fare lo stesso con lui.
Peccato che Aris sia sempre così silenzioso, non parli mai con nessuno. Emilia ed Aris comunicano con gli occhi, non hanno bisogno di esprimersi in altro modo, ma così facendo lei non sa niente della storia di lui.
E quando la scoprirà le cose potrebbero cambiare.
Potrebbe non essere più tutto rose e fiori.

Laura Mercuri scrive benissimo, descrive i paesaggi di Bren facendo entrare i lettori dentro la storia. Non ha creato una protagonista fragile, succube delle sue parole. Emilia è una combattiva, scappa via quando sa che i problemi stanno per arrivare e cerca una soluzione.
Aris, il personaggio maschile, è perfetto. Perfetto nei suoi problemi e nella sua storia con Emilia. Un ragazzo unico che non ritroverete in nessun’altra storia.
I dettagli non mancano mai, questa storia ne è fortunatamente piena, e non ti stanchi mai di leggere.
Ho finito il libro in un pomeriggio per quanto era bello, non volevo staccarmi più.

Voto: 9

Segnalazione romanzo self: Lo specchio del tempo – Silvia Devitofrancesco

Dopo il buon riscontro di pubblico, l’autrice ha deciso di dare una seconda vita al suo romanzo attraverso il self. L’opera sarà disponibile su Amazon e Kobo.

coverspecchioesterna

Titolo: Lo specchio del tempo
Autore: Silvia Devitofrancesco
Editore: Self publishing
Genere: Romance a sfondo storico
Pagine: 157
Data di uscita: 1 marzo 2016
Prezzo: 1,99 euro ebook

Sinossi:

«Avvertivo strane sensazioni. Avevo paura di ciò che sarebbe potuto accadere e avevo paura per me.» Due donne diverse dai destini intrecciati, l’una lo specchio dell’altra. Un manoscritto le farà incontrare mettendo così a confronto due epoche diverse e due donne simili, vittime di un padre padrone, ancorate a un amore romantico, capaci di lottare per la vita. Due storie legate dallo specchio del tempo, dove il passato incontra il presente e in cui due donne lontane eppure vicine, lottano per rivendicare il diritto di scegliere il proprio destino e il loro sogno d’amore.

Link acquisto: http://www.amazon.it/specchio-del-tempo-Silvia-Devitofrancesco-ebook/dp/B01C7KMNM8/ref=sr_1_1?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1456488199&sr=1-1

Biografia:

Silvia Devitofrancesco è nata a Bari nel 1990. È laureata in Lettere (curriculum “Editoria e Giornalismo”) e ama scrivere e leggere sin da piccola. Gestisce un blog nel quale propone recensioni, blogtour e interviste.

Contatti:
Blog http://www.ragazzainrosso.wordpress.com
Twitter: @ragazzainrosso

ImmagineImmagine2

 

La più dolce tentazione – Catherine BC // Il libro e l’intervista

12167342_996005747137605_1691843353_n

Il cioccolato ha innumerevoli sapori. Come le infinite sfumature dell’eros.

Dotato di una personalità aperta e spontanea e di un estroso animo artistico, Matt Ward, proprietario del Planet of Chocolate, si lascia ispirare per le sue creazioni dalla natura. Ma anche da una cliente speciale, che lo affascina fin dal primo momento: Kristal, raffinata ed enigmatica, è una donna all’apparenza pragmatica, ma dall’animo fragile e sensibile. L’attrazione che li lega, forte e palpabile, li precipita in una spirale inarrestabile di sesso e amore, e in una ragnatela di eventi che cattura entrambi. E mentre il loro rapporto diventa sempre più profondo, aumenta in Matt e Kristal la sensazione di non saper collocare con esattezza tutto ciò che, con estrema rapidità, sta cambiando le loro esistenze. È davvero tutto casuale, scritto da un destino capriccioso, o c’è dietro la mano di qualcun altro?
Un romanzo di passione, emozioni forti e sensazioni piccanti e tenere. Che svela quanto possa essere alto, a volte, il prezzo della felicità.

Marchio: Rizzoli
Genere e argomento: Amore
Collana: YOUFEEL
Pagine: 68
ISBN E-book: 9788858679548
Prezzo: 2,49€
Compralo seguendo i link che trovi qui.


Biografia

12165906_996008667137313_399222589_n

Catherine BC (Katy Policante) nasce e vive in provincia di Verona. Compie un percorso di studio variegato sia per attitudine che per esigenze personali. È attratta dalla scrittura fin dall’adolescenza. Ha partecipato a contest e concorsi organizzati da riviste e siti letterari. Ha scritto diversi racconti e qualche poesia, una delle quali è stata pubblicata su un settimanale femminile.
Nell’agosto del 2013 ha autopubblicato “Il sapore del proibito” (Forbidden Trilogy), il suo romanzo d’esordio.
Dal 12 dicembre 2013 un suo racconto natalizio è comparso tra le pagine dell’antologia “Natale e dintorni” edita dalla Alcheringa Edizioni .
Nello stesso periodo un altro suo racconto “Un nuovo inizio” è stato inserito nell’antologia “Halloween’s Novels”, curata da Le passioni di Brully e pubblicata su Amazon.
Nel gennaio del 2014, ancora da self publisher , presenta il racconto, “La sindrome di Stendhal”.
Nei primi mesi del 2014 un altro suo lavoro, “L’amore sa di tappo” è stato scelto dalla Butterfly Edizioni per far parte di un’antologia che è uscita il 16 dicembre 2014.
Sempre nello stesso giorno è uscito anche un suo racconto, “Samhain, la soglia” per la Delos Digital.
Nell’agosto del 2015 ha auto pubblicato il secondo romanzo della Forbidden Trilogy, “Ricatto proibito”.
Nell’ottobre del 2015 è uscito “La più dolce tentazione”, un romance con sfumature erotiche edito dalla Rizzoli per la collana You Feel.


Intervista a Catherine BC

1) Quando hai cominciato a scrivere? Chi è stato il tuo primo lettore/la tua prima lettrice?
Ho cominciato a scrivere tanto tempo fa, fin dall’adolescenza praticamente. Ogni volta che vedevo un quaderno o un’agenda con le pagine tutte bianche mi veniva l’impulso di scriverci qualcosa. Ho buttato quasi tutto di quelle prime “opere” perchè, col tempo, rileggersi è proprio vergognoso, ma alcune idee non sarebbero state proprio da scartare 😉 . Le mie prime lettrici, dunque, sono state le mie amiche. Tuttavia, cinque anni fa ho ricominciato con più determinazione e soprattutto avendo un “pubblico” vero, ampio e variegato come riferimento: quello della piattaforma Efp. Ho iniziato da lì.

2) Come descriveresti la tua esperienza da self publisher?
L’esperienza da self è stata importante e di certo non la ritengo conclusa. E’ stata una grande possibilità, che ha dato un’occasione a gente davvero brava. Lo so, si trova un po’ di tutto, esattamente come in tutto ciò che pubblicano le piccole e grandi CE. Il self dà la possibilità di confrontarsi con se stessi in primis, perchè tutto ruota attorno a noi. Lì sta il bello e anche il brutto, massima libertà ma anche poco aiuto. Per cui si deve fare un bagno di umiltà e chiedere gentilmente, stando pronti ad incassare rifiuti o recensioni non brillanti. La prima volta è stata un battesimo di fuoco, ma mi ha formato in tal senso e ora non dico di essere immune alle critiche, ma di saperle guardare nella giusta ottica sì.

3) Regali un romanzo d’amore, e qualcos’altro, che permette alle donne di continuare a sognare vite diverse dalla propria, come ti fa sentire questo?
Allora, se non siamo sempre ciò che leggiamo, una cosa è sicura: siamo ciò che scriviamo. Non voglio essere fraintesa: non è che chi scrive noir sia un serial killer o chi scrive M/M un omosessuale, tanto per fare un esempio, ma il modo di percepire la realtà dei protagonisti, la loro sensibilità, il loro carattere, le loro emozioni e spesso le parole che usano per esprimerle vengono direttamente dall’autore. In tal senso, sono un’anima romantica, cerco di far scorrere in me le emozioni che tento di trasmettere al lettore attraverso i miei personaggi. Quando sono triste, tendo a non scrivere affatto e se lo faccio ne escono pagine cupe. Quando sono serena, anche il mio stile ne risente. Molto spesso gli alti e i bassi della mia vita hanno trovato riscontro nei romanzi, che però possono ritenersi autobiografici solo a tratti. In sostanza, quando qualche lettrice mi dice in una recensione o in un messaggio privato che leggendo un mio romanzo si è emozionata tantissimo, mi ritengo veramente soddisfatta. significa che sono riuscita nell’intento che mi ero prefissata.

4) Che consiglio daresti ad un aspirante scrittore?
Consigli…non so se sono più donna da consigli o da cattivo esempio.. 😀 Comunque quello che consiglio agli aspiranti scrittori è lo stesso che ripeto a me stessa in certi momenti. Cercare di non mollare, abbassare la testa e andare avanti, magari con piccole cose, ma sempre. la fortuna, come in ogni campo, gioca un ruolo importante e spesso il merito non è né riconosciuto nè premiato ( e qui non parlo certo di me stessa), ma l’importante è insistere. Solo provandoci si ha la possibilità che prima o poi la ruota giri 🙂 altro punto dolente, le critiche negative. Ne arriveranno sempre. Ci si rimane male perchè si è umani, ma bisogna imparare a distinguere quelle negative e demolitrici nel loro piattume, a volte offensive anche e quelle davvero costruttive. ecco, lo so che è difficile, ma bisogna far tesoro delle seconde e mandar giù o meglio baciare qualche rospo….non sia mai si trasformi in un bel principe!

5) Perché, secondo te, la gente dovrebbe comprare il tuo libro?
Nel mio romanzo c’è la passione, che sorprende sempre e va contro ogni logica. C’è la passione, l’attenzione ai particolari, molti personaggi con vari intrecci, colpi di scena e tanto, tantissimo cioccolato!

6) In una scala da 1 a 10 quanto ti piace il cioccolato?
Il cioccolato e’ il cibo degli dei, una cosa cui non si può rinunciare. Lo amo in ogni variante, anche se prediligo quello al latte. Lo uso nelle torte e come decorazione. E’ affascinante come un bell’uomo e malleabile a tal punto che stupisce per le forme cui si presta. Il voto su una scala da 1a 10 e’ comunque nove. C’è qualcosa che non amo particolarmente : il gelato al cioccolato 🙂

7) La domanda più difficile: se dovessi scegliere tra il cioccolato e i libri, cosa sceglieresti?
Scelta difficile, troppo. Non si può davvero rinunciare completamente all’uno o agli altri. Sceglierei comunque i libri, la dolcezza può arrivare lo stesso, la soddisfazione anche (pur in modo alquanto diverso) e il peso ne gioverebbe. Però…vuoi mettere?? 😀

Serena Saponaro